BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensione e cassaintegrazione: domande online esclusivamente. Come funziona.

Richiedere pensioni e cig online: come fare



Da oggi, primo febbraio 2012, per richiedere pensione e cassaintegrazione si potrà usufruire solo della via telematica. Le domande per le quali da domani scatta l’obbligo di presentazione telematica sono le seguenti ricostituzioni, supplementi, assegni familiari, assegni sociali, ricostituzioni documentali, ricostituzioni contributive, ricostituzioni reddituali, pensioni di anzianità (per i casi in cui trova applicazione la precedente normativa) e vecchiaia, pensioni e assegni di invalidità e inabilità, pensioni ai superstiti e reversibilità.

Il processo di digitalizzazione delle domande di prestazione, che porterà al suo completamento alla totale telematizzazione dei servizi, avviene infatti con gradualità per ciascun servizio, assicurando un periodo transitorio durante il quale le consuete modalità di presentazione continuano comunque ad essere in vigore per permettere la più ampia informazione e divulgazione delle novità riguardanti la presentazione delle domande mediante la modalità telematica.

Oltre alle domande di pensione e delle principali prestazioni previdenziali ed assistenziali, da oggi dovranno essere presentate online anche le richieste di Assegni familiari ai Piccoli Coltivatori Diretti.

La presentazione di tali domande deve quindi essere effettuata attraverso i servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino; servendosi del proprio pin attraverso il portale dell’Istituto, www.inps.it; o via telefono contattando il contact center integrato, al numero verde 803164.

E sempre da oggi scatta anche la presentazione online per le domande di autorizzazione alla Cassa integrazione ordinaria Industria, Edilizia e Lapidei (circolare n. 141 del 28 ottobre 2011) e autorizzazione alla Cassa integrazione guadagni straordinaria ed ai Contratti di solidarietà (circolare n. 148 del 22 novembre 2011).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il