BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni 2012 Milleproroghe: modifiche e novità ufficiali a Manovra Monti

Novità pensioni, aumento prezzi sigarette, proroghe per Sistri e concessioni spiagge: le misure del milleproroghe



La Camera ha approvato il decreto Milleproroghe e le modifiche principali prevedono novità in materia di pensioni per i cosiddetti esodati e precoci e relativo aumento del prezzo delle sigarette.

I lavoratori precoci, coloro che cioè hanno iniziato a lavorare a 15, 16 anni e che lasceranno il lavoro con 42 anni di anzianità, prima di avere compiuto i 62 anni d'età (che diventano 41 e un mese per le donne) non saranno soggetti a penalizzazioni se lasciano il lavoro con un'anzianità contributiva maturata entro il 31 dicembre 2017 inclusi i periodi di astensione obbligatoria per maternità, per l'assolvimento degli obblighi di leva, per infortunio, per malattia e cassa integrazione ordinaria.

Per quanto riguarda gli esodati, coloro che accettando incentivi economici dall'azienda in crisi si sono licenziati pensando di poter andare i pensione entro i successivi due anni ma che con le nuove norme hanno visto svanire questa possibilità, a loro non verrà applicata la riforma Fornero se hanno risolto il rapporto di lavoro entro il 31 dicembre 2011. Inizialmente, invece, l’emendamento prevedeva che avrebbero beneficiato delle vecchie regole i lavoratori che avevano sottoscritto un accordo per uscire dall'azienda prima del varo del decreto, cioè il 4 dicembre scorso, anche se poi si sono dimessi successivamente o stanno per dimettersi.

Per finanziare le loro uscite, saranno aumentati i prezzi delle sigarette e non le aliquote degli autonomi, come inizialmente previsto. L’altra novità prevista in materia previdenziale è quella che riguarda il tetto dei 40 anni di contributi per andare in pensione.

Dal primo gennaio 2012 è entrato in vigore per tutti il sistema contributivo pro rata per le anzianità retributive maturate fino al 31 dicembre 2011 e con il contributivo per quelle successive. Il nuovo sistema riguarda coloro che hanno almeno 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995, la cui pensione veniva liquidata finora con il retributivo. Per gli altri soggetti non cambia nulla.

Considerando questo meccanismo, il nuovo sistema potrebbe portare benefici a coloro che, raggiunti i 40 anni di contributi con il retributivo, potrebbero aggiungere la quota contributiva dal 2012, abbattendo il tetto massimo dei 40 anni per il calcolo previsto dal retributivo.

Salirà, dunque, l'aliquota di base dell'accisa sui tabacchi per assicurare maggiori entrate in misura non inferiore a 15 milioni di euro per l'anno 2013 e 140 milioni annui a decorrere dal 2014.

Tra le altre novità del millieproroghe previste anche proroga di ulteriori quattro mesi fino al 30 giugno per l'operatività del Sistri; proroga di un anno per le concessioni su spiagge, laghi e porti, anche ad uso diverso da quello turistico-ricreativo, in essere al 31 dicembre 2011; proroga di quattro mesi per l'adozione dello Statuto dell'Agenzia per le infrastrutture stradali e autostradali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il