Pensioni: conti correnti migliori. Confronto offerte e promozioni

Le offerte migliori per i pensionati: condizioni e quale scegliere



Sono partiti i primi pagamenti pensioni previsti dalla riforma Monti, quelli cioè in contanti fino a 1.000euro e basta. Chi percepisce una pensione superiore alla cifra prima indicata dovrà, infatti, ricorrere a sistemi elettronici alternativi per riscuotere la propria pensione.

Sono già moltissimi i pensionati che si stanno muovendo per iniziare a riscuotere la loro pensione in maniera diversa dalla pratica adottata fino ad oggi e cioè recandosi agli uffici postali e prendere in contanti la somma che li spetta mensilmente.

Con la nuova norma imposta dalla Manovra Monti sulla tracciabilità dei contanti, infatti, chi, come accennato, riceve assegni superiori ai 1.000euro dovrà ritirare la somma tramite canali alternativi di pagamento, come strumenti elettronici bancari o postali, comprese le carte prepagate.

La novità entrerà in vigore il prossimo 7 marzo 2012 e c’è tempo fino al 29 febbraio per aprire un conto. In prima fila nell’offerta di prodotti dedicati specificatamente ai pensionati, che probabilmente mai hanno avuto a che fare con carte di credito, c’è Poste Italiane che ha pensato alla Inps Card.

Si tratta di una prepagata che permette di prelevare denaro e pagare in alcuni negozi, non prevede l’imposta di bollo e consente di farsi accreditare la pensione, versarci denaro, ritirare i contanti nei Postamat e in tutti i bancomat del circuito Cirrus Maestro. Il limite, sia per il prelievo che per i pagamenti, è di 600 euro al giorno. Con la Inps Card, però non si possono effettuare i bonifici.

Per ottenerla basta recarsi all'ufficio postale dove si riscuote abitualmente la pensione e richiederla. Chi attiva la Inps Card entro il 15 del mese riceverà la pensione già a partire dal mese successivo. Tra i conti correnti migliori dedicati agli anziani, spiccano poi quello di Bnl, e Banca Popolare di Vicenza, completamente gratuiti, senza cioè un canone, che permettono prelievi gratuiti presso gli sportelli automatici delle banche stesse.

Banca Popolare di Vicenza ha ampliato la gratuità del servizio di prelievo anche su sportelli di altre banche, inoltre ha abolito l’imposta di bollo anche per le giacenze superiori a 5000 euro. È prevista anche un’offerta sui rendimenti dei conti deposito eventualmente collegati al conto: per i vincoli a 12 mesi la Popolare di Vicenza offre il 4,5% lordo annuo. Bnl, invece, punta su un servizio di assistenza più attento per migliorare i contatti tra l’ente previdenziale e i correntisti.

Altra offerta pensata per gli anziani è il conto corrente Super Genius di Unicredit, con canone gratuito per 12 mesi, che costerà poi solo 3 euro, ma che rimarrà pari a zero se sarà assicurata una giacenza di 2.500 euro. Infine, troviamo il conto corrente Cariparma, gratuito fino al 31 dicembre 2012 se viene aperto entro il 30 marzo.

Dal primo gennaio 2013, invece, scatterà il pagamento del canone trimestrale che sarà differenziato a seconda della giacenza del conto stesso e si pagheranno 0,90 euro al mese se il deposito è pari o superiore a 500 euro e 1,90 per le giacenze inferiori. Le operazioni gratuite sono  100 all’anno e 12 i prelievi presso gli sportelli automatici di altre banche.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il