BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Semplificazioni 2012: decreto Monti è legge ufficiale. Novità e misure

Ok dal Cdm al dl semplificazioni: le novità ufficiali



Via libera definitivo al decreto sulle semplificazioni, che si aggiunge a quello delle liberalizzazioni, ora in discussione al Senato e dove ha subito alcune modifiche, e che fa parte del pacchetto crescita per l’Italia.  Così, ad una settimana dal primo esame, l'Esecutivo ha dato l'ok al testo sulle semplificazioni nella sua versione definitiva.

Stralciata, innanzitutto, dal decreto sulle semplificazioni la norma che prevedeva autorizzazioni più facili per le sale cinematografiche entro i 3.000 posti. La norma, presentata dallo stesso ministro venerdì scorso insieme ad un altro pacchetto di disposizioni per i beni culturali, aveva suscitato polemiche nel settore del cinema.

Via 333 leggi dall'ordinamento italiano, dalla legge sui prospetti paga a norme di singoli atenei o a disposizioni per Expo già fatte; torna il bonus assunzioni nel Mezzogiorno, per cui torna il credito d'imposta per ogni lavoratore assunto nel Mezzogiorno a tempo indeterminato, introdotto lo scorso anno con il decreto di maggio e potrà valere fino al 2013.

L'assunzione deve essere operata, per godere del credito di imposta, non più nei dodici mesi successivi alla data del decreto di maggio 2011 ma nel giro di ventiquattro mesi. Torna anche la social card, per cui è prevista una sperimentazione finalizzata alla proroga del programma carta acquisti.

Il progetto interesserà i Comuni con più di 250.000 abitanti ed è prevista una dotazione di risorse per 50 milioni di euro. Stop, invece al condono per i cartelloni politici abusivi; e abolito per i tir lo stop nel giorno pre-festivo.

I tir continueranno a non circolare nei giorni festivi ma circoleranno nell’eventuale o eventuali giorni precedenti o successivi ai giorni festivi. Secondo quanto stabilito dal decreto, il divieto di circolazione dei camion potrà essere deciso anche per altri giorni, in aggiunta a quelli festivi, da individuarsi in modo da contemperare le esigenze di sicurezza stradale, connesse con le prevedibili condizioni di traffico.

Dovranno essere aperte anche di domenica le imprese di panificazione di natura produttiva e, infine, per quanto riguarda le carte di identità, verranno rilasciate o rinnovate con validità fino alla data corrispondente al giorno e al mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza che sarebbe altrimenti prevista per il documento medesimo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il