BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Neve: strade e autostrade in tempo reale, ritardi treni e aerei. Cancellazioni Londra Heathrow

Neve in Italia: situazione in tempo reale di treni, aerei e strade italiane



La neve blocca l’Europa, Italia compresa, ma rispetto al Belpaese ci sono Paesi come Russia, Ucraina, Inghilterra completamente nella morsa del gelo. Diversi centimetri di neve che hanno imbiancato il Regno Unito hanno quasi messo in ginocchio l'aeroporto di Heathrow, il più trafficato d'Europa, dove metà dei circa 1.300 voli giornalieri sono stati cancellati.

La Baa, la società proprietaria dello scalo, rivendica in un comunicato che ‘Heathrow è aperto. Le nostre piste sono state liberate dalla neve ...ma ci sono ancora dei problemi per i passeggeri’. Baa non prevede ulteriori gravi problemi per oggi.

Le situazione è comunque migliore rispetto al dicembre del 2010 quando un'altra nevicata paralizzò completamente lo scalo londinese, mentre il secondo aeroporto della capitale, Gatwick funziona normalmente ma non ha escluso possibili ritardi.

Per quanto riguarda la situazione di treni e aerei in Italia, è ripresa la circolazione ferroviaria, nei giorni scorsi completamente bloccata soprattutto nelle zone di Bologna e di Roma, ma continuano le lamentele da parte dei passeggeri rimasti fermi per molte ore sui treni.

Puntuali sono arrivate proteste e richieste di risarcimento danni. A protestare soprattutto i passeggeri di due convogli: il primo, dopo ben 25 ore di stop a Carsoli (L'Aquila) con 190 persone, è arrivato sabato notte ad Avezzano.

I passeggeri del secondo, bloccato a Tivoli per lo stesso numero di ore, sempre nella serata di sabato sono stati fatti scendere e trasportati verso Avezzano su due autobus messi a disposizione del Comune della cittadina laziale e dalla prefettura di Roma, scortati dai militari dell'Esercito.

Ma Fs definisce destituita di fondamento la notizia che viaggiatori hanno trascorso a Tivoli 25 ore a bordo del treno. Le persone, infatti, precisa, “hanno trascorso le due notti in albergo e non a bordo del convoglio. Il treno su cui viaggiavano si era fermato a Tivoli perché la linea ferroviaria, così come l'autostrada, era bloccata per alberi e neve sui binari.

Ai viaggiatori, inoltre, era stato offerto di tornare a Roma in attesa della riapertura della linea ferroviaria. Offerta che è stata rifiutata”. Replica uno dei viaggiatori del regionale 3378 Roma-Pescara: “Ci hanno presi in giro. C'è qualcuno che non si è assunto le proprie responsabilità. È vero che nelle prime ore in cui siamo rimasti bloccati ci è stato chiesto se volevamo andare in albergo, ma è anche vero che avevano parlato di uno sblocco imminente, tanto che molti di noi hanno preferito rimanere in treno, pronti a ripartire.

Se fosse stato per Trenitalia noi adesso saremmo ancora lì ad aspettare le loro notizie contraddittorie ed errate. Invece di prenderci in giro, dicendoci in continuazione che saremmo ripartiti a breve, potevano dirci direttamente che non si poteva ripartire e saremmo andati tutti in albergo”.

E risulta attualmente piena la casella di posta elettronica di Trenitalia che riceve da ore richieste di rimborso da parte di passeggeri bloccati nei treni a causa della neve. Per quanto riguarda invece il traffico aereo, per ottenere informazioni precise su voli ed eventuali ritardi è preferibile contattare direttamente le singole compagni.

Per sapere, invece, notizie sulla situazione traffico e condizioni strade e ferrovie, consultare i siti http://www.autostrade.it/autostrade/traffico.do e http://www.fsnews.it/cms/v/index.jsp?vgnextoid=1d27d5e57e30a110VgnVCM10000080a3e90aRCRD

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il