BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Movimento Forconi: nuovi blocchi tra neve, freddo e sciopero benzina

Tornano i presidi dei Forconi. Date sciopero dei benzinai entro la settimana



Lo avevano annunciato e così è stato: da questa mattina, lunedì 6 febbraio, il cosiddetto Movimento dei Forconi è tornato a farsi sentire, con nuovi presidi davanti ai comuni e nei porti siciliani ma niente blocchi stradali e delle raffinerie e al momento non è partito neanche alcuno sciopero dei benzinai, come si temeva, per il problema di freddo, neve e gelo che ci sono in tutta Italia e anche del gas.

Per Martino Morsello, tra i fondatori dei Forconi, ribadisce con forza che “Lombardo (il presidente della Regione Sicilia) deve andare a casa. Gli obiettivi della protesta sono, infatti, quelli di mandare a casa la classe politica che ha distrutto l'economia siciliana. Invitiamo la gente a unirsi alla protesta, il nostro è un movimento nuovo che parte dal basso e rappresenta le istanze dei più deboli”.

La parola d'ordine, comunque, è non creare disagi alla cittadinanza, tanto che il leader del movimento dei Forconi, Mariano Ferro, ha spiegato che tutto si svolgerà in maniera tranquilla.

Alla protesta si uniranno anche i pescatori, guidati da Fabio Micalizzi, che tuttavia per le avverse condizioni meteo non si recheranno a Roma per partecipare alla manifestazione nazionale. Le situazioni climatiche di questi giorni e le proteste sul decreto sulle liberalizzazioni stanno creando difficoltà anche agli scioperi in programma.

Domani, martedì 7 febbraio, dovrebbero essere comunicate quelle che saranno le date ufficiali, che però potrebbero anche cambiare. Ma la situazione dei distributori di benzina in Italia non migliora e le minacce di sciopero sollevate nelle scorse settimane potrebbero diventare concrete durante questa settimana. In base alla sigla sindacale di appartenenza, i giorni di sciopero potrebbero essere 7 o 10, divisi comunque in tranche per rispettare quelle che sono le disposizioni di legge.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il