BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Volunia: i commenti dopo le prove

Provato il nuovo motore di ricerca italiano: i commenti



E' stato presentato da Massimo Marchiori Volunia, il nuovissimo motore di ricerca tutto italiano, nato per sfidare Google e capace di combinare web e social. Marchiori in occasione della presentazione ha detto: “Abbiamo deciso di dare al pubblico quanto fatto finora e abbiamo molte altre funzioni che aggiungeremo.

La particolarità di Volunia è che non abbandona gli utenti, ma li guida attraverso la scoperta di una nuova esperienza web, fornendo loro una barra degli strumenti sempre presente nella parte alta della pagina web. È possibile effettuare ricerche mirate all’interno di ogni sito Internet, sfruttando una mappa e una sorta di navigatore che schematizza i siti e li suddivide per contenuti.

Gli utenti di Internet, quindi, possono restringere la ricerca impiegando dei filtri. Se si attiva la funzione social, continua a spiegare Marchiori, si rinuncia all’anonimato durante la visita di una pagina web e si accetta quindi di segnalare ad altri utenti la propria presenza”.

Una volta provato il nuovo motore di ricerca, subito dopo la sua presentazione, le prime impressioni a riguardo sono di un prodotto che più che proporsi come un motore di ricerca, si presenta come una piattaforma sociale, certo diverso da Facebook e da Google+, ma che sulla loro esperienza si basa, e che spinge alla costruzione di rapporti sociali.

Del resto è sulla funzione social che Volunia si basa perché la ricerca in sé sembra non soddisfare appieno l’utente e così la stragrande maggioranza delle ricerche effettuate non vanno a buon fine.

Ma secondo i commenti degli esperti che ne hanno studiato e osservato le funzionalità, il lancio di questo nuovo motore di ricerca potrebbe diventare un vero successo, come sostiene Marcello Tansini, di webmasterpoint, se il motore migliorasse la ricerca dei siti.

Secondo Giacomo Dotta di Webnews.it, Volunia porta avanti un'idea meritevole la cui efficacia però deve essere ancora sperimentata e di cui non si può parlare di successo a prescindere. In generale, comunque, il nuovo motore di ricerca mette in luce una dimensione del Web che spesso nessuno considera, perché sulla base del Web sta provando a costruire l’altezza social.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il