BusinessOnline - Il portale per i decision maker




Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):

Decreto svuota carceri Governo Monti: come funziona e cosa prevede

Chiesta la fiducia per il decreto svuota carceri. Contrarie Lega e Idv


Il governo ha posto la questione di fiducia sul decreto legge svuota-carceri. Ad annunciarlo il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Piero Giarda, tra le proteste dei deputati dell’Idv e mentre dai banchi della Lega levavano urla ‘Vergogna! Vergogna!’.

Il decreto, su cui pendevano circa 500 emendamenti della Lega, che praticava l'ostruzionismo in discussione generale, scade il 20 febbraio. Ora si riunirà la conferenza dei capigruppo per definire tempi e modi del voto, che prevedibilmente dovrebbe tenersi giovedì. Contraria a porre la fiducia sul decreto l'Idv:

“Ci costringete a farlo ancora una volta. Sono state chieste troppe fiducie, siete sulla stessa media del governo Berlusconi con la differenza che questo esecutivo non è politico e quindi deve essere quanto mai attento alle esigenze del Parlamento e dei deputati”, ha detto Fabio Evangelisti.

Mentre Fugatti della Lega ha affermato che la richiesta di fiducia è vergognosa. “Con una maggioranza di oltre cinquecento deputati l'esecutivo non è in grado di far funzionare il Parlamento ed è costretto a mettere la fiducia per non scoprire le problematiche interne. Questo voto è una sconfitta del Parlamento”.

Il decreto svuota-carceri prevede misure volte a ridurre il sovraffollamento delle carceri italiane e l'innalzamento da 12 a 18 mesi della soglia della pena detentiva residua per l'accesso alla detenzione domiciliare, ciò consentirà a 3.327 detenuti di lasciare il carcere, con un risparmio di spesa quantificato in 375.318 euro ogni giorno.





Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il 08/02/2012 alle ore 07:04