BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Grecia: trovato accordo contro fallimento anche con Bce. Ma Ue vuole di più

C’è l’accordo per la Grecia. Frena gli entusiasmo la Merkel



La Grecia raggiunge un accordo sulla nuova austerità ma l’Ue vuole di più: la notizia dell'intesa fatta ad Atene tra governo e partiti sulle riforme chieste dalla troika Ue-Bce-Fmi, troppo a ridosso dell'Eurogruppo dovrebbe dare nuovo ossigeno ad Atene.

“Dopo lunghi negoziati abbiamo l'accordo per un programma forte di riforme e un accordo con i creditori privati. Ora ci serve il sostegno politico dell'Eurogruppo per compiere il passo finale”, ha detto il ministro dell'Economia greco Evangelos Venizelos, che con i suoi omologhi si farà forte del piano di tagli da 3,3 miliardi di euro per il 2012, sperando di ottenere i 130 miliardi di euro di nuovi aiuti.

Tra le misure annunciate, 15.000 tagli nel settore pubblico nel 2012 (150.000 sul periodo 2011-2015), tagli del 22% ai salari minimi (diventerà 586 euro per 14 mensilità e potrebbe essere ancora più basso per i giovani), privatizzazioni di sei società tra cui porti, aeroporti, autostrade. Salve le pensioni, su cui i partiti non hanno voluto cedere, ma i tagli previsti andranno a colpire altrove la spesa pubblica.

I sindacati, intanto, hanno proclamato 48 ore di sciopero e il viceministro del Lavoro, il socialista Yannis Koutsoukos, si è dimesso per non dover annunciare il nuovo pacchetto ‘doloroso per i lavoratori’. Dopo che il governo di Atene ha ufficializzato l'accordo generale sul piano di austerity supplementare sembrava prevalere l'ottimismo e anche la direttrice del Fmi Lagarde aveva parlato di segnali incoraggianti.

A frenare l’entusiasmo ci hanno pensato la cancelliera tedesca Angela Merkel, che ha esortato il governo greco a realizzare in fretta le riforme concordate con la troika, e il commissario Ue Olli Rehn, secondo cui il governo e il parlamento greco devono ancora convincere l'Eurogruppo sul loro effettivo impegno ad attuare le promesse e gli impegni assunti prima di ottenere il secondo prestito.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il