BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Steve Jobs spiato da Fbi: uomo dal carattere contrastato

Visionario inaffidabile, ma anche uomo brillante e pieno di talento: le controverse opinioni su Steve Jobs.



E’ stato un uomo molto ammirato e celebrato dal mondo intero, colui che con una semplice passione e voglia di fare si è imposto nel mondo lanciando la ‘sua’ Apple e consacrandola al successo mondiale come prima azienda elettronica.

Lui, steve Jobs, il creatore della casa dal simbolo della mela morsicata, dopo aver fatto parlare di sé per il suo genio, la sua creatività, la sua umanità e la sua semplicità, ora, a distanza di qualche mese dalla sua scomparsa, avvenuta per un cancro al pancreas, si torna a parlare di questa figura tanto affascinante.

Ma in termini diversi rispetto a come si è sempre fatto fino ad oggi. Niente elogi ed entusiasmi, tutt’altro. Nel 1985 Steve Jobs avrebbe potuto essere vittima di un attentato, nel 1991 era stato preso in considerazione per una carica nella prima amministrazione Bush. Sono alcune delle informazioni finora segrete e mai trapelate, contenute in un dossier di quasi 200 pagine su Steve Jobs redatto dall'FBI ora pubblicato in Rete.

Tra i primi dettagli rilevati nei documenti dell'FBI emerge anche una sezione dedicata alla complessa personalità e al carattere di Steve Jobs. Oltre alle cause legali affrontate prima all'interno di Apple e poi, dopo la sua uscita, anche contro la società che ha fondato, diversi paragrafi riportano dichiarazioni di persone che definiscono Jobs come inaffidabile, inattendibile riportando; altri paragrafi riferiscono delle sue esperienze con le droghe psichedeliche sempre in gioventù, mentre secondo altre dichiarazioni Jobs era un uomo integro purché ottenesse ciò che desiderava.

Dubbi anche sulla morale e l'etica di Jobs, tanto che dal documento dell’FBI emergono parole che definiscono Jobs manipolatore e visionario ma non comunista. Dalle interviste con oltre 30 persone tra amici, parenti e collaboratori il padre della casa della Mela veniva descritto come un uomo ‘con una spiccata tendenza a distorcere la realtà per raggiungere i suoi obiettivi’.

Sebbene molte testimonianze avevano contribuito a dar luce agli aspetti più grigi della personalità di Jobs, altre opinioni riportate nei documenti descrivevano anche i lati più umani e più brillanti del suo carattere. “Steve Jobs è una persona piena di talento ed un vero leader”, avevano commentato amici all'uomo, scomparso quattro mesi fa.

 
Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il