BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni Enel 2012: esaurite o quasi

Enel: chiusura anticipata del bond retail



Enel pensa a chiudere in anticipo il collocamento del proprio bond retail. A riferirlo diverse fonti secondo cui sarebbe altamente probabile che si vada ad una chiusura anticipata. Bisogna solo aspettare ancora un pò per avere un quadro della situazione, ma è probabile che l'annuncio possa arrivare lunedì, al primo giorno della seconda settimana di collocamento.

Il bond, scadenza 2018, è suddiviso in una tranche a tasso fisso e una a tasso variabile. L'importo offerto, inizialmente stabilito in 1,5 miliardi, è estendibile fino a 3 miliardi.

La raccolta degli ordini presso la clientela retail è partita lunedì scorso e il termine massimo per la chiusura era stato fissato al 24 febbraio. In base ai regolamenti Consob, il collocamento deve rimanere aperto almeno cinque giorni, ma con oltre 750 milioni al giorno, in media, si è già arrivati a ordini per 3,2 miliardi.

Secondo quanto annunciato ad inizio collocamento, i risparmiatori possono acquistare le obbligazioni Enel, scegliendo tra soluzioni a tasso fisso o variabile. Il capitale minimo per investire in obbligazioni Enel è di 2.000 euro, pari a 2 obbligazioni, giacchè il valore di una singola obbligazione è infatti di 1.000 euro.

La scadenza delle obbligazioni sarà a 6 anni, quindi il capitale investito potrà essere recuperato nel 2018. I proventi dell’offerta saranno destinati a finalità di gestione operativa generale del gruppo, ivi incluso l’eventuale rifinanziamento del debito, nell’ambito della strategia di estensione della scadenza media del debito consolidato ed al fine di ottimizzare il profilo delle relative scadenze a medio e lungo termine. Previsto, infine, il rimborso integrale del capitale alla scadenza dei prestiti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il