BMW punita da Google

BMW è stata punita da Google per pratiche ingannevoli



BMW è stata punita da Google per pratiche ingannevoli. Il sito web BMW.de presentava una contenuti diversi ai motori di ricerca rispetto a quelli che presentava a chi accedeva al sito tramite un browser. Una chiara violazione delle "linee guida" per i webmaster di Google.

Il risultato ? BMW.de è stato espulso dall'indice, l'equivalente della pena capitale, per i motori di ricera. BMW dovrà sottoporre una richiesta di re-inclusione a Google, dettagliando le azioni intraprese per tornare a rispettare le linee guida.

A quanto pare, BMW non è l'unica: anche il sito europeo di un grosso produttore americano è stato escluso per 30 giorni da Google ("contenuti nascosti", altro peccato capitale, agli occhi di Google).

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il