BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni invalidità 2012: tagli e revoche dopo controlli

Pensioni e assegni di accompagnamento revocati in seguito a controlli: gli ultimi dati



In arrivo nuovi tagli e revoche sul numero delle prestazioni d'invalidità civile, come pensioni e assegni di accompagnamento, revocate in seguito a visita medica di controllo.

Nel 2011 il campione di invalidi sottoposto a verifiche è stato di 250 mila e quelli effettivamente visitati dai medici dell'Inps sono stati, al 31 dicembre 2011, 122.284. A 34.752 di questi è stata revocata la prestazione perché il loro grado di invalidità è stato ritenuto inferiore al 74% necessario per la pensione e/o al 100% che serve per avere l'assegno di accompagnamento.

A questi dati vanno aggiunte le circa 37 mila prestazioni sospese alle persone che, convocate per la visita, non si sono presentate. Secondo l’Inps, il risparmio previsto sulle 34.752 revoche già decise può essere stimato in 180 milioni di euro. Altri 250 mila controlli sono previsti per quest'anno.

Dai dati emerge, inoltre, che in alcune Regioni, i tassi di cancellazione delle pensioni d'invalidità e degli assegni di accompagnamento sono molto superiori alla media e confermano, secondo l'Inps, che soprattutto in alcune aree del Paese queste prestazioni in passato sono state concesse con troppa generosità.

Entrando più nel dettaglio, nel 2011 il tasso di revoche ha raggiunto il 37-38% in Campania e Basilicata, il 35-36% in Molise, Umbria e Lazio. In fondo alla classifica ci sono invece le Marche, il Piemonte e la Lombardia, con percentuali tra il 14 e il 17.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il