BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Ducati in vendita. Anche indiani tra i possibili compratori. Oppure quotazione in Borsa in Cina

Indiani e tedeschi tra i possibili compratori di Ducati. Cosa accadrà al gruppo storico?



L’annuncio della vendita Ducati al prezzo di un miliardo di euro dato al Financial Times da Andrea Bonomi, presidente del fondo di private equity, Investindustrial, ha subito scatenato i rumors su possibili compratori. Prima di proporre la vendite, l’anno scorso, come ricorda il Financial times, la proprietà aveva dato mandato a Deutsche Bank e Goldman Sachs di valutare il ritorno in borsa, ora invece si parla di una sorta di passaggio di testimone e fra i possibili acquirenti si parla dei costruttori automobilistici.

Bmw e Volkswagen in prima fila. Ma si fa anche il nome di Mercedes, con cui la Ducati ha già un accordo ben avviato di collaborazione. Da Stoccarda, però, hanno smentito qualsiasi ipotesi di partecipazione al capitale del costruttore emiliano. Bonomi ha spiegato, inoltre, che una manciata di gruppi industriali in Asia, Europa e Usa sono interessati a Ducati.

Interessati anche gli indiani di Mahindra. Bonomi, però, nell'intervista al Financial Times ha affermato anche di poter quotare Ducati in Borsa e proprio per questo, come sopra accennato, lo scorso anno Investindustrial ha dato mandato a Goldman Sachs, Deutsche Bank e Banca Imi di sondare una quotazione di Ducati sul mercato di Hong Kong.

Lo storico gruppo di Borgo Panigale considera l’Asia importante e Hong Kong come la piazza finanziaria che attrae maggiormente gli investitori esteri.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il