BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Moody's taglio rating banche italiane e europee. Lista dei nomi

L’agenzia taglia il rating di 24 banche italiane: quali sono



Moody’s ha abbassato il rating di 114 banche europee appartenenti a 16 Paesi diversi, 24 sono gli istituti italiani. La lista dei nomi comprende Banca Carige, Banca della Marca Credito Cooperativo, Banca delle Marche, Banca Monastler e del Sile, Monte dei Paschi, Bnl, Banca Poolare Alto Adige, Banca popolare di Cividale, Banca popolare di Marostica, Banca popolare di Spoleto, Banca Sella, Banca Tercas, Banco Popolare, Cassa di Risparmio di Bolzano, Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti, Cassa di Risparmio di Cesena, Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza, Credito Emiliano, Credito Valtellinese, Iccrea Bancaimpresa, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Ubi Banca e Unipol Banca.

Si salvano Cassa Depositi e Prestiti e l'Istituto Servizi Mercato Agricolo
Alimentare (Ismea), entrambe a controllo pubblico. Moody's ha tagliato anche il rating dell'Eni e delle Poste da A2 ad A3, mantenendo negative le prospettive e ha rivisto da stabile a negativo l'outlook di Finmeccanica.

Rivisto il giudizio su 9 gruppi assicurativi europei. Insieme all’Italia, nel mirino di Moody’s anche Spagna (21 istituti colpiti), Francia (10) e Gran Bretagna (9) e diverse istituzioni di Austria, Danimarca, Germania, Olanda e Portogallo. In Svizzera due le banche sotto revisione, mentre in Belgio, Finlandia, Lussemburgo e Norvegia solo una.

Il nuovo taglio del rating operato da Moody’s nasce dal prolungato impatto della crisi dell'area dell'euro che rende il contesto operativo molto difficile per le banche europee e dalle difficoltà economiche e di gestione che non riescono ad essere compensate dal supporto dei governi al sistema bancario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il