BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pronti contro termine 2012: rendimenti, durata e condizioni. Confronto per scegliere migliori

Cosa sono i pronti contro termine e quale scegliere



I pronti contro termine sono contratti nei quali un venditore, solitamente una banca cede un numero di titoli a un acquirente e si impegna, nello stesso momento, a riacquistarli dallo stesso acquirente a un prezzo (in genere più alto) e ad una data (termine) predeterminati (a quella data l'acquirente deve avere i titoli pronti).

L'operazione consiste, quindi, in un prestito di denaro da parte dell'acquirente e un prestito di titoli da parte del venditore. Il prezzo di vendita è fissato in base al valore nominale del titolo sottostante, maggiorato del rateo della cedola in corso se è un'obbligazione, mentre il prezzo di riacquisto è determinato in base al prezzo di vendita e al tasso di interesse concordato tra le parti.

Il rendimento dell'operazione è la differenza tra il prezzo di riacquisto e il prezzo di vendita. Per chi vuole investire liquidità a breve termine, i Pronti contro termine rappresentano una valida alternativa ai tradizionali Titoli di Stato come i BOT o agli innovativi Conti Deposito Vincolati, anche se a fronte di un rendimento maggiore prevedono un rischio più elevato da non sottovalutare.

Tra le migliori offerte ci sono i Pronti Contro Termine Arancio offerti da Ing Direct che garantiscono un rendimento elevato e certo, che si può conoscere già al momento della sottoscrizione. Il contratto prevede l’impegno del cliente ad acquistare un certo numero di obbligazioni di Ing Bank e l’impegno di Ing Direct a riacquistare i titoli a scadenza, ad un prezzo maggiore di quello d’acquisto.

I tassi lordi in vigore sono  per i Pronti contro termine e 3 mesi il 3%, per quelli a 6 mesi del 3,50% e per quelli a 9 mesi  il 4%. Ing Direct offre, inoltre, il prodotto a zero spese di sottoscrizione e una tassazione del 20%.

C’è poi il prodotto SuperSave di Fineco, disponibile anche in Dollari USA, in questo caso però oltre al richio emittente e controparte bisogna considerare il rischio di cambio, ma in generale capace di offrire interessi ottimi. Questo prodotto offre tassi netti a 3 mesi dell'1,04%, a 6 mesi dell'1,76% e a 2 mesi del 2,80%. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il