BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma Lavoro: Fornero assicura entro marzo ma necessario confronto

Fornero: “Riforma messa a punto entro marzo”. Marcegaglia: “Siamo partiti con il piede giusto”



Mentre il premier Monti va avanti per sua strada assicurando che la riforma lavoro sarà fatta entro marzo anche senza accordo con le parti sociali, il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, ribadendo la necessità di dar vita alla riforma entro marzo, ritiene necessario, invece, il confronto con le parti sociali. La riforma non può essere, infatti, fatta senza un confronto.

“La riforma delle pensioni è stata molto severa e senza fare un confronto vero con le parti sociali. Non c'era tempo. Era importante dare un segnale serio di credibilità. Ma la riforma del lavoro è diversa, tocca tutte le persone e non si può fare senza confronto. C'è la necessità della massima apertura verso tutti a 360 gradi per fare un'analisi su tutto quello che non va. Ci sono troppi esclusi dal mondo del lavoro, giovani, donne, anziani e disabili. La riforma dovrà essere incisiva e credibile”.

Alla necessità ribadita della Fornero di un confronto risponde la leader della Cgil, Susanna Camusso, secondo cui “ci sono accordi che si possono fare in poche ore o che richiedono tantissimo tempo. Il problema è il merito della trattativa, di per sé marzo è un tempo né poco né tanto, dipende come si lavora, quanto si lavora, quante risposte ci sono. Il fatto che ci sia un nuovo appuntamento lunedì dimostra che c'è l'intenzione di lavorare seriamente”.

Mentre la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, dice: “Siamo partiti con il piede giusto. Abbiamo iniziato a parlare delle forme di contratti in entrata e lunedì parleremo di ammortizzatori sociali”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il