Bot, Btp, Ctz i migliori da comprare 2012. Consigli per obbligazioni aziendali e straniere

Investimenti e rendimenti: comprare dopo le turbolenze dei mesi scorsi



Continuano ad essere positive le Borse europee e sembra sia in dirittura d’arrivo il nuovo accordo sulla Grecia, che dovrebbe ricevere un sì questa sera alla riunione dell’Europgruppo. Inoltre, lo spread continua a calare, oggi attestatosi a 350 punti, i bond aziendali corrono come non si vedeva da molto tempo e le banche tornano a emettere obbligazioni.

Il mercato sembra, dunque, ripartire e sono ritornate a correre le aziende italiane sul mercato dei bond. Investire in corporate bond significa mettersi al riparo dalle turbolenze del mercato che attualmente potrebbero ancora persistere, ma per mettersi al riparo è necessario scegliere obbligazioni sicure.

Secondo gli investitori, i titoli più sicuri sembrano oggi quelli emessi da aziende che appartengono ai comparti meno ciclici dell’economia, con scadenza breve o medio-breve, perché titoli come per esempio gli industriali o le auto, potrebbero affrontare periodi di turbolenza, se la congiuntura economica in Europa dovesse deteriorarsi determinando un forte calo della domanda.

A spingere all’investimento in bond aziendali è anche Valentina Vicinanza di Banca Akros che in un’intervista al Sole24Ore, ha dichiarato che secondo lei “per l'Italia il peggio sia passato anche se le sfide sono ancora numerose. Non è cambiato molto a livello di fondamentali nell'ultimo periodo. Il rimbalzo del mercato è imputabile al clima di maggior fiducia legato all'operato e ai programmi di riforma dell'attuale governo e al buon lavoro svolto dalla Bce a sostegno del sistema bancario.

Se continueremo ad assistere ai progressi che anche sul fronte politico europeo stiamo vivendo, è probabile che nei prossimi mesi ci muoveremo verso una normalizzazione del mercato che potrebbe vedere lo spread BTp/Bund sotto i 300 punti base”.

Mentre lo scenario dei bond europei, la Vicinanza spiega che i titoli del Tesoro Usa hanno rendimenti contenuti così come i corporate di qualità e basta vedere le ultime emissioni di Mc Donald's che è riuscita a collocare un bond trentennale al 3,70%, Ibm che ha collocato un bond a 5 anni all'1,25% e P&G che ha collocato un 10 anni al 2,3%.

Suggeriamo di investire in questo comparto acquistando fondi specializzati”. Buono invece l’andamento degli emergenti.  Alla domanda su acquisti in titoli di Stato italiani, la Vicinanza ha ribadito che è già da un pò di tempo che ne stiamo acquistando, dai BTp a tre anni, ai CcT.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il