BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Benzina: prezzi più alti quasi a 2 euro al litro. E Iran minaccia blocco petrolio Italia

Prezzi record della benzina in Italia: la situazione



Prezzi benzina record in Italia e si teme ancora il via dell’annunciato sciopero dei benzinai confermato e del quale si attendono solo le date. Intanto, il fine settimana ha visto ancora aumenti generalizzati e la verde ha raggiunto l’1,811 euro al litro, ennesimo record storico.

Peggio va in alcune zone dell’Italia: ad Ischia, per esempio, un litro di benzina arriva a costare 1,906 euro al litro e, secondo le rilevazioni di Quotidiano energia e le denunce dei consumatori, infatti, anche in molte aree del Centro Italia, dove più alte sono le accise regionali, si supera la soglia di 1,9 euro.

A spingere i rialzi dei listini sono i prezzi internazionali di benzina e gasolio, in continua ascesa. I rincari allertano associazioni dei consumatori e sindacati, che chiedono un intervento del governo sulla tassazione. Secondo Adusbef e Federconsumatori la situazione è gravissima, “Con un costo medio di 1,80 euro al litro, l'Italia è diventato il Paese più caro d'Europa dove fare benzina per un pieno si spende in media il 12% in più che nel resto d'Europa”.

“Si tratta di un rialzo mai visto, che risulta assolutamente insostenibile per le tasche delle famiglie e degli imprenditori agricoli”, afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, i rincari dei carburanti, solo in termini diretti, hanno comportato ricadute di 420 euro per la benzina, e di 480 euro per il gasolio.

E peggio andrebbe se l’Iran effettivamente bloccasse i rifornimenti di petrolio all’Italia, dopo aver già interrotto la vendita del suo oro nero alle compagnie petrolifere francesi e britanniche. La decisone sarebbe nata per contrastare le sanzioni imposte all'Iran dall'Occidente.

Le sanzioni Ue imposte a gennaio hanno l'obiettivo di obbligare Teheran a fornire più informazioni sul suo programma nucleare. I paesi occidentali ritengono, infatti, che l'Iran abbia l'intenzione di produrre armi nucleari, cosa che Teheran nega, sostenendo di produrre energia a scopi civili.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il