Mutui senza conto corrente e assicurazioni sulla vita. Novità e nuove regole liberalizzazioni 2012

Approvate le nuove norme sui mutui: cosa prevedono



Approvate le nuove norme sui mutui contenute nel decreto liberalizzazioni. Secondo le novità quando un cliente sottoscriverà un mutuo presso una banca non sarà più obbligato ad aprire un conto corrente in quell'istituto, norma che pone fine alla pratica con cui le banche costringono i mutuatari a diventare correntisti.

Inoltre, la banca dovrà proporre al cliente almeno due polizze di due compagnie assicurative diverse e l'utente avrà anche facoltà di sottoscriverne una da lui trovata sul mercato.

I mutui non saranno, dunque, più vincolati all’apertura di un conto corrente e, oltre all’abbattimento del vincolo dell’obbligo di accensione di un conto corrente presso la stessa banca erogante il mutuo, vi sarà anche la possibilità di ottenere conti correnti a costo zero per i pensionati con assegno sino a 1.500 euro.

Per quanto riguarda le polizze, la banca sarà costretta a presentare al cliente almeno due preventivi di due diversi gruppi assicurativi, non riconducibili alle banche, agli istituti di credito e agli intermediari finanziari stessi. Il cliente sarà poi libero di scegliere sul mercato la polizza vita più conveniente e che meglio si adatti alle proprie esigenze.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il