BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti deposito febbraio-marzo 2012: rendimenti alti. Consigli prima che Bund-Btp si abbassi

Continua la convenienza dei conti deposito: quanto durerà ancora?



Continuano a salire i rendimenti dei conti deposito in questo mese di febbraio 2012 e le previsioni per marzo sembrano piuttosto positive, sospinte dallo scendere dello spread. Scegliere di investire nei conti deposito è il sistema migliore per chi desidera investire e mettere al riparo la propria liquidità, perché essi offrono buoni rendimenti, senza rischi e senza vincolare il proprio denaro per troppo tempo.

I conti deposito sono stati strumenti privilegiati nel 2011 e nel 2012 andrà ancora meglio, grazie anche alle novità disposte dalla Manovra Monti, per cui è previsto un taglio della ritenuta fiscale sugli interessi maturati e la tassazione sui rendimenti è scesa a partire da gennaio 2012 dal 27 al 20%, a fronte del 12,5% applicato sui titoli di Stato.

Sono diverse le banche italiane che cercano di attirare nuovi clienti proponendo conti deposito con rendimenti oltre il 4% di interesse all’anno, a seconda delle scadenze, più del doppio di quanto offrono oggi i BoT a un anno e quasi il doppio rispetto al tasso dei Btp a due anni.

Per ottenere rendimenti così generosi i risparmiatori devono però accettare di vincolare le proprie somme di denaro in giacenza per un periodo di tempo di almeno 12 o 24 mesi. Chi desidera avere sempre a disposizione i soldi depositati, o vuole liquidarli in un arco di tempo molto breve (di 3 o 6 mesi), dovrà accontentarsi di rendimenti ben più bassi, del 2% o 3% lordo all’anno.

La corsa al rialzo dei tassi dei conti di deposito è partita lo scorso autunno quando le difficoltà nell'accesso ai finanziamenti interbancari da parte degli istituti di credito sono aumentate notevolmente e si sono affacciati sul mercato dei conti di deposito anche istituti di credito tradizionali, storicamente più orientati ai conti tradizionali come UniCredit e Banca Mps e questo meccanismo ha spinto i conti di deposito verso livelli di remunerazione inesplorati.

Così, dallo scorso autunno si è accesa la sfida dei tassi tra BoT e conti di deposito. Secondo alcune fonti interbancarie, i conti di deposito offriranno tassi migliori rispetto ai titoli di Stato ancora per poco.

Mercoledì 29 febbraio, la Bce offrirà un'altra maxi-asta alle banche europee a 3 anni al tasso agevolato dell'1% per cui si vocifera ci possa essere anche una richiesta record di 1.000 miliardi di euro e molti istituti potrebbero, forti di nuova liquidità a sconto, anche valutare di cambiare nei prossimi mesi strategia. Al momento però si tratta solo di indiscrezioni.

Tra le migliori proposte attualmente disposnibili c’è quella di SI Conto, di Banca Sistema: chi decide di vincolare il proprio denaro per almeno 12 mesi, avrà interesse del 4,8% lordo (3,84% al netto delle tasse) che equivale a un rendimento di 384 euro, su un capitale investito di 10 mila euro.

C'è poi la proposta Rendimax di Banca Ifis, disponibile in due versioni vincolate a un anno: la prima offre un tasso del 4,4% lordo (3,52% netto) e prevede la liquidazione anticipata degli interessi, che vengono incassati subito dal cliente con la firma del contratto e con il versamento della somma di denaro.

L’altra versione prevede invece la liquidazione posticipata degli interessi, alla fine di ogni trimestre, e ha un rendimento del 4,6% lordo (3,68% netto). Infine, Banca Mediolanum propone il conto InMediolanum, il cui rendimento annuo lordo è del 4,25% (3,4% netto) con gli interessi liquidati al risparmiatore ogni trimestre.

Stesso tasso offerto da CashPark di Fineco e da Youbanking, la divisione online del gruppo Banco Popolare A seguire troviamo il conto Time Deposit di Santander, conto deposito con condizioni trasparenti e chiare che prevede per un investimento vincolato 24 mesi interessi pari al 5,00% lordo oppure 12 mesi al 4,50% lordo.

 
Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il