BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Liberalizzazioni banche: sconto benzina carta di credito e conti correnti gratis

Banche, mutui e carte di credito: le novità ufficiali del dl liberalizzazioni



Il decreto liberalizzazioni ha superato il primo passaggio parlamentare, quello della commissione Industria del Senato che ieri ha licenziato il provvedimento, sciogliendo gli ultimi nodi su taxi e farmacie.

La questione della Tesoreria unica sarà invece risolta nel decreto fiscale e, inoltre, le ultime limature al testo apportate dai senatori rafforzano le misure a tutela dei consumatori nei loro rapporti con le banche, per esempio con l'eliminazione delle clausole per l'apertura delle linee di credito. Oggi il provvedimento a palazzo Madama.

Per quanto riguarda la questione banche, previsto lo stop a qualunque clausola delle banche per le linee di credito, via libera al conto corrente gratis per i pensionati che hanno un assegno fino a 1.500 euro, stop anche alla commissione fino a 100 euro per chi fa il rifornimento di carburante con la carta o con il bancomat.

Le altre novità che toccano le banche riguardano i mutui, a partire dal fatto che il mutuo sarà portabile e rinegoziabile, senza alcun addebito e perdite di tempo, allo stop dell’obbligo di essere titolari di un conto orrente presso la banca dove si decide di accendere un mutuo. Quando, infatti, un cliente sottoscriverà un mutuo in banca non sarà più obbligato ad aprire un conto corrente in quell'Istituto. Inoltre la banca dovrà proporre al cliente almeno due polizze di due compagnie assicurative diverse. L’utente potrà decidere di sottoscrivere una polizza conveniente anche da lui stesso trovata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il