BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Scontri Tav: blocchi a Milano, Bologna, Brescia. Video scontri e polemiche online

Sgomberata l’A32: la situazione



E’ stata ancora una notte di scontri e proteste quella appena trascorsa da parte dei No Tav, il tutto documentato da immagini e video online che testimoniano la violenza degli scontri. Ed è esplosa la polemica sulle parole di ieri che un ragazzo dei No Tav ha rivolto, insultandolo, ad un carabiniere rimasto del tutto impassibile, tanto da ricevere un encomio per il suo comportamento. Ma lui ha detto: “Ho fatto solo il mio lavoro”.

Quel ragazzo di 28 anni ripreso da Corriere.tv mentre insulta un carabiniere durante gli scontri di martedì a Chianocco è un giovane solitario, dicono tra il movimento della Valsusa. Non fa parte del movimento organizzato. Si chiama Marco Bruno è di Giaveno, 16 mila abitanti nella val Sangone. Vive in borgata Dalmassi, vecchi cortili, cascinali e palazzine ristrutturate.

Abita con i nonni e la compagna. Nel fascicolo di Bruno ci sono denunce e segnalazioni per reati da ordine pubblico. La Polizia intanto nella notte ha sgomberato le barricate costruite lunedì mattina dai No Tav a Chianocco, sull'autostrada A32 Torino-Bardonecchia, che adesso è percorribile in entrambe le direzioni, ma nella notte di nuovo scontri e feriti in Val di Susa. I manifestanti lanciano sassi e altri oggetti contro gli agenti, che rispondono con i lacrimogeni, getti di idranti e cariche di alleggerimento.

I No Tav vengono respinti dall'autostrada e si disperdono, ma poi si ricompattano in piccoli gruppi, pronti a continuare la protesta. Le forze dell’ordine restano sull'autostrada a presidiarla per garantire le operazioni per la sua riapertura al traffico. Alla fine la ruspa è arrivata seguita da centinaia di agenti in assetto antisommossa e le barricate sono state rimosse.

La maggior parte dei manifestanti si è allontanata e ha lasciato l'autostrada senza opporre resistenza; qualche decina, con il viso coperto, ha incendiato pneumatici; altri hanno lanciato sassi e oggetti vari verso i poliziotti; altri ancora si sono seduti per terra e sono stati spostati di peso dalla Polizia. Ma la partita non sembra essersi chiusa qui perché i No Tav annunciano nuovi blocchi a sorpresa tra Milano, Brescia e Bologna.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il