BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Forconi: il movimento continua in Sicilia. Proteste, cortei e richieste

Torna a manifestare il Movimento dei Forconi: in piazza il 6 marzo



Il cosiddetto Movimento dei Forconi, sviluppatosi in Sicilia qualche mese fa e venuto fuori a causa delle proteste contro il decreto liberalizzazioni e per denuncia della situazione siciliana ormai diventata insostenibile in alcuni settori dell’economia, non si è placato.

Nonostante, all’indomani delle discussioni sul dl liberalizzazioni e le modifiche in discussione, non si siano più sentiti, non significa che i Forconi siano stati accontentati dal governo e pertanto ‘scomparsi’. Tutt’altro.

Il Movimento è ancora attivo e torna a farsi sentire in questi giorni con nuove manifestazioni. Oggi un'opera di volantinaggio, sulla S.S. 115 all’altezza del bivio di Naro, annunciava che martedì 6 si terrà a Palermo una manifestazione per ribadire le ragioni del movimento e rilanciare la lotta verso un sistema che ha inginocchiato l’economia dell’isola, criticando la politica e le sue scelte, dalla ratifica del trattato di libero scambio col Marocco, all’inerzia sul fronte della riduzione del prezzo del carburante.

Ai commercianti che non potranno recarsi a Palermo, il Movimento chiede la chiusura per un giorno delle loro attività. La manifestazione avrà inizio in piazza Croci alle 9 e terminerà di fronte alla sede della Regione.

A partire dal 6 marzo, dunque, Forconi, autotrasportatori, pescatori, artigiani e lavoratori edili tornaranno a manifestare per ‘La Spallata’ nei confronti del governo Lombardo chiedendo le dimissioni del presidente della Regione e della sua Giunta che secondo il movimento “sono stati incapaci di tutelare i diritti delle famiglie e delle attività produttive siciliane”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il