Decreto semplificazioni: elenco clienti-fornitori, spesometro, compensazione iva in vigore da oggi

Al via le misure del nuovo pacchetto fiscale: cosa prevedono



Entra in vigore oggi, lunedì 5 marzo, il nuovo pacchetto fiscale varato dal governo venerdì scorso. Il decreto, per semplificare gli adempimenti tributari e rafforzare le norme anti-evasione, è stato firmato dal Capo dello Stato e si pone l'obiettivo di agevolare la vita dei contribuenti, ridurre i costi delle imprese e rafforzare la lotta agli evasori.

Le novità principali prevedono il ritorno del vecchio elenco clienti-fornitori che obbliga a comunicare al Fisco tutte le transazioni effettuate con l'obbligo di emissione della fattura, cioè le operazioni fra imprese. Niente più, dunque, spesometro per gli acquisti e i servizi ai fini Iva oltre 3mila euro.

Prevista la cancellazione dell'imposta del 2% sui trasferimenti di denaro all'estero attraverso istituti bancari, altri agenti di attività finanziarie e agenzie di money transfer: una nuova stretta sulle compensazioni dei crediti Iva per cui scende da 10mila a 5mila il limite massimo entro cui è possibile compensare il credito Iva senza aver presentato la dichiarazione.

Per le partire Iva inattive, scatta la cessazione d'ufficio e arriva la verifica online delle partite Iva per contrastare le frodi. Al via anche la tracciabilità sui movimenti dei conti correnti degli italiani e ci saranno anche quasi due mesi in più per pensionati e lavoratori del pubblico impiego per munirsi di un conto corrente bancario o postale su cui verranno accreditati pensioni e stipendi superiori ai 1.000 euro. Il termine è fissato ora al primo maggio. Prorogato, inoltre, al 16 maggio il pagamento della tassa sull'anonimato per chi ha aderito allo scudo fiscale.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il