BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bot e titoli di stato Italiani Marzo 2012: quali acquistare? Consigli con spread Btp-Bund in calo

Titoli a scadenze medio lunghe: i migliori investimenti



Continua a scendere lo spread tra btp italiani e bund tedeschi, avvicinandosi oggi a quota 320 punti base. Il rendimento del Btp decennale è al 4,98% e si amplia il differenziale tra Bonos spagnoli e Bund a 316,7 punti, con il rendimento dei titoli spagnoli a 10 anni al 4,96% e lo spread Francia-Germania risale a quota 100 punti base.

Il rendimento dei Btp a dieci anni qualche giorno fa era arrivato a 4 punti base, sotto quello dei Bonos, per la prima volta dallo scorso 5 agosto. Sui titoli biennali i Btp rendevano il primo marzo l’,168%, mentre i Bonos con la stessa scadenza il 2,1%.

Il calo dello spread incide notevolmente sul rendimento dei Btp, perché in termini economici si traduce in un risparmio, per l’Italia, di 55 miliardi in tre anni, grazie ai minori interessi e al recupero del 2,7% del Pil. Basti ricordare che lo scorso novembre i Bot semestrali furono venduti con un 6,5% di interessi, mentre questa settimana gli stessi Bot sono stati collocati sul mercato con un interesse dell’1,2%.

Tutto questo ha ripercussioni positive anche su chi ha un mutuo a tasso variabile, perché insieme ai rendimenti dei Btp anche l’Euribor, l’indice cui sono agganciate le rate di mutui variabili, ha iniziato a scendere. I rendimenti dei titoli italiani sono, dunque, di nuovo aumentati e, secondo alcuni esperti, potrebbe essere il momento migliore per sottoscrivere i titoli che il Tesoro offre, in particolare per le scadenze medio lunghe.

Nel comparto obbligazionario del proprio portafoglio titoli, uno spazio sempre molto importante deve essere destinato alle emissioni governative, meglio preferire titoli a cedola fissa con durata molto lunga, perché si ipotizza che il tasso di inflazione si mantenga su valori molto bassi.

Un po’ di spazio sarebbe bene riservarlo anche alle emissioni indicizzate e alle obbligazioni societarie, che siano bancarie o anche di altri comparti produttivi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il