BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2012: tassa casa più alta del previsto per aumenti Comuni Città

Sale l’aliquota Imu nelle diverse città di Italia



Arriva l’Imu, la tassa sulla casa che sostituisce l’Ici e che rappresenterà una stangata per tutti gli italiani proprietari di abitazioni, soprattutto di seconde e terze case, ma torna anche abbastanza ‘salat’.

Colpa degli aumenti previsti dai Comuni, che saranno differenti da città a città e che andranno a far crescere l’imposta. Sono molte, infatti, le città italiane in cui l’aliquota Imu crescerà, a partire da Torino, dove arriverà al 6 per mille per avere un gettito paragonabile all'ex Ici.

Per avere con l’Imu un gettito paragonabile all'ex Ici, la giunta Fassino sarà costretta a far lievitare le aliquote base, 4 per mille sulla prima casa e 7,6 per mille sulle seconde e le previsioni indicano un valore dell’Imu di poco superiore ai 250 milioni di euro, previsione prudente tenendo conto degli sgravi sulla prima casa e dello sconto per i figli a carico.

Aliquote più alte anche a Roma e Milano, dove tra l’altro è già stata aumentata la Tarsu del 25%. I soldi derivanti dall’Imu andranno, comunque, in larga parte allo Stato: da Milano a Roma, passando per Bologna e Firenze, Reggio Emilia o Terni, con la quota erariale prevista dal Salva-Italia lo Stato si prende il 50% del gettito sugli immobili diversi dalla prima casa, e le risorse che restano non bastano a pareggiare i conti con il 2011 nonostante il rigonfiamento delle basi imponibili dei nuovi moltiplicatori applicati alle rendite catastali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il