Decreto semplificazioni 2012: nuova irap, scuola, disabili, bollino blu, certificati

Le novità del dl semplificazioni in discussione: cosa prevedono



Saltano le 10mila assunzioni annunciate per la scuola ma sono pronte ad arrivare altre novità, tasse soprattutto, previste dal decreto semplificazioni 2012. Questo mese di marzo porterà con sè, infatti, una nuova ondata di rincari che certo non saranno graditi agli italiani, dall’addizionale regionale 2011, all’anticipo dell’addizionale comunale, quest’anno più cara perchè calcolata su aliquote maggiori; aumenteranno i prezzi di birra e alcolici; mentre a giugno ad attendere i contribuenti ci sarà l’appuntamento con la prima rata di pagamento della nuova Imu, calcolata con aliquota base del 4 per mille, elevabile al 7,6 per mille sulle seconde e sulle terze case.

Le altre novità del dl semplificazioni prevedono cambio di residenza e altre variazioni personali in tempo reale e che si potranno richiedersi anche online. Coloro che hanno disabilità potranno ottenere le agevolazioni con il solo verbale della commissione medica integrata. Le carte di identità scadranno nel giorno e del mese di nascita, permettendo una facile memorizzazione del termine; prevista l’introduzione del bollino blu per il controllo delle auto che avrà una scadenza pari a ogni revisione.

Al momento della revisione del veicolo (ogni tre anni se l’auto è nuova, o ogni due in caso contrario) verrà, infatti, rilasciato il bollino blu, mentre per il rilascio e il rinnovo della patente, basterà il certificato medico.

Per quanto riguarda le pubbliche amministrazioni, dovranno divenire più virtuose, pareggiando oneri amministrativi. Ogni anno dovrà avvenire una valutazione annua complessiva, comparto per comparto.

Coloro che non rispetteranno i tempi di conclusione, rischiano sanzioni pecuniarie disciplinari e pecuniarie inflitte ai singoli funzionari; le iscrizioni all’università si potranno fare esclusivamente online, attraverso un unico portale nazionale bilingue e online avverrà anche la verbalizzazione degli esami. Prendere un voto basso alla laurea non pregiudicherà la partecipazione ad alcun concorso.

Per la partecipazione ai concorsi pubblici, il valore legale del titolo di studio non verrà abolito, ma a parte alcuni casi (come la laurea in medicina), il titolo perderà peso nelle selezioni per la pubblica amministrazione, senza punti bonus a seconda del tipo di laurea o del voto. Inoltre, le università telematiche, che rilasciano a distanza lauree e dottorati, non potranno più attingere ai contributi previsti dalla legge sulle Università non statali legalmente riconosciute.

Per quanto invece riguarda i ricercatori di tutte le Univeristà, questi non potranno più ottenere compiti di tutorato e di didattica integrativa: in altri termini, dovranno solo fare ricerca, anzichè essere utilizzati per alleggerire il carico dei professori.

Soppressa la chiusura domenicale per le imprese di panificazione, per cui si potrà avere pane fresco anche di domenica, tornano poi la social card e il bonus lavoro al sud per assumere a tempo indeterminato lavoratori nel Mezzogiorno e che sarà esteso fino al 2013.

L’assunzione dovrà essere operata non più nei 12 mesi successivi al maggio 2011, bensì nei 24 mesi successivi. Infine, niente condono sui manifesti abusivi: sparisce la possibilità di ottenere la sanatoria per l’affissione di manifesti politici abusivi.
.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il