BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Grecia fallimento si allontana: banche aderiscono a swap titoli

Si allontana il rischio di default per la Grecia: la situazione



Alle 21 termina la possibilità per i possessori di titoli di Stato greci di aderire allo scambio con altri titoli di valore inferiore emessi dal governo ellenico. Hanno aderito all’operazione di swap le Generali e UniCredit, insieme ad altre 12 banche internazionali, tra cui Intesa Sanpaolo, Allianz, Alpha Bank, Axa, Bnp Paribas, Cnp Assurances, Commerzbank, Deutsche Bank, Eurobank EFG, Greylock Capital Management, Ing Bank, e National Bank of Greece.

E si allonata così il rischio default per la Grecia, che aveva fatto temere anche Italia e Spagna. L'operazione di scambio titoli tra Atene e i creditori privati ha, infatti, buone possibilità di riuscita dopo che è salito a più di 30 il numero degli istituti finanziari disposti a partecipare allo swap del debito greco, e che insieme rappresentano il 58%, pari a circa 120 miliardi, del totale dei 206 miliardi di bond coinvolti nel concambio.

Atene punta ad una partecipazione volontaria di almeno il 75% al piano e in caso contrario farebbe scattare le clausole di azione collettiva che comporterebbero automaticamente delle perdite per gli investitori, che hanno tempo fino alle 21 di stasera per accettare l'unica offerta esistente sul tavolo, come ha detto il ministro delle Finanze greco, Evangelos Venizelos. Ottimista il commissario europeo agli Affari economici Rehn, secondo cui “La conversione si concluderà senza problemi”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il