BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elenco Clienti-Fonitori 2012: come funziona. Novità e regole

Si torna al vecchio elenco clienti-fornitori: le operazioni da comunicare



Con il nuovo governo Monti torna l'elenco clienti-fornitori, per cui scompare l'obbligo di comunicazione telematica al Fisco da parte delle imprese di tutte le operazioni di compravendita superiori ai 3 mila euro che comportano l'obbligo di emettere fattura, quindi anche nei confronti di privati.

Il decreto semplificazioni 2012 prevede, dunque, che a partire dal primo gennaio 2012, gli operatori comunichino le operazioni Iva relative a tutte fatture emesse e ricevute. In pratica, un ritorno al vecchio elenco clienti e fornitori, per cui resta confermata la soglia dei 3.600 euro per le operazioni senza obbligo di fattura.

Questo, per evitare che l'esercente debba identificare tutti i clienti che entrano nell'esercizio commerciale. La segnalazione degli acquisti e delle vendite, che doveva servire ad alimentare la banca dati dello spesometro di cui l'Agenzia delle Entrate si serve per gli accertamenti sui redditi dei contribuenti, sarà, perciò, sostituita dal ritorno del vecchio elenco dei clienti e dei fornitori che deve essere trasmesso una volta l'anno. La misura impone l’obbligo per l’imprenditore o per il professionista di trasmettere al fisco gli estremi di chiunque scambi con lui merci o prestazioni.


Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il