Cloud computing: offerte di lavoro ICT in forte aumento secondo studio Microsoft

Le opportunità di lavoro del Cloud: cresceranno nei prossimi anni



Cresce il cloud computing e crescono anche le possibilità di lavoro Ict: secondo le previsioni il cloud computing dovrebbe portare alla creazione di 14 milioni di nuovi posti di lavoro entro il 2015 e i nuovi posti di lavoro saranno concentrati soprattutto nelle zone di India e Cina: questo per lo meno quanto afferma Idc sulla base di un nuovo rapporto, Cloud Computing's Role in Job Creation elaborato su commissione di Microsoft.

Secondo il rapporto, circa 6,8 milioni di posti di lavoro saranno creati in India e Cina, 1,2 milioni negli Stati Uniti. Il resto della regione Asia-Pacifico ne conterà 2,9 milioni, mentre Europa, Medio Oriente e Africa altri 2,9 milioni. Inoltre, le entrate relative al mercato cloud sono destinate a crescere fino a raggiungere 1,1 trilioni di dollari nel 2015.


La Cina e L'india saranno in prima fila nella creazione di posti di lavoro in quanto paesi emergenti: secondo quanto affermato da Idc, la mananza di infrastrutture in queste aree incoraggerà gli investimenti in servizi cloud privati. Dei lavori creati dalla crescita del cloud, più della metà riguarderà le piccole e medie imprese. Più di un milione si collocherà nelle aree banking, comunicazioni e manifattura.

Aaron Nettles, co-fondatore e CEO di Vorsite (partner di Microsoft) consiglia, inoltre, di sfruttare il cloud non solo per migliorare i servizi aziendali ma anche per espandere il modo di lavorare con clienti e partner, così da incrementare i ricavi provenienti da fornitori e collaboratori.

Insomma trattasi di una innovazione considerevole su cui è necessario spingere assolutamente anche perché è in grado di alleggerire il bilancio, grazie ai costi inferiori che producono le soluzioni Cloud.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il