BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Migliori mutui 2012 a tasso fisso durata 20 anni. Confronto Marzo 2012

Le migliori offerte a tasso fisso: quale scegliere



Torna a riprendersi il mercato del mattone e tornano ad investire acquistando case i risparmiatori. Merito, dopo mesi di andamenti del mercato finanziario altalenanti e di spread alle stelle, dei continui ribassi dello spread fra btp italiani e bund tedeschi che portano a tassi di interesse e rate più basse per i mutui.

Chi si accinge ad accendere un mutuo e cerca l’occasione migliore, è bene che sappia che forse al momento i più convenienti sono i mutui a tasso misto, ma che sono ancora decisamente poco richiesti, soprattutto rispetto ai variabili, che restano sempre il preferito perché gli Euribor sono in calo, situazione che potrebbe comunque cambiare nel momento in cui il tasso ritoccherà il fisiologico 3% portando anche ad una risalita della rata quale magari potrebbero essere quelle attuali.

La convenienza del variabile è sempre, dunque, un’incognita, da molti preferita, da altri invece temuta. E sono proprio quelli che non vogliono correre rischi a preferire il mutuo a tasso fisso, nonostante comporti rate più alte, ma che sanno resteranno sempre tali, indipendentemente dall’andamento del mercato e dalle sue continue altalene.

Si tratta, dunque, di una tipologia di mutuo che potremmo definire rifugio e per cui in tanti optano. Attualmente la media dei tassi offerti dallee banche presenti sul sito Mutui Online, è del 4,5% per i prestiti variabili e del 6,2% per i fissi, con differenze notevoli da banca a banca, perché per esempio ci sono variabili che superano il 5% e fissi oltre il 7%.

Avviare un finanziamento indicizzato a 20 anni per 100mila euro comporta una spesa iniziale di 633 euro mentre per un fisso ne occorrono 728 in generale. Tra le migliori offerte di mutuo a tasso fisso su un importo di 100.000 euro e a 20 anni, spiccano quella di Cariparma, che prevede una rata di 703; quella di Bnl, che prevede una rata di 708 euro; quella di Webank, che prevede una rata di 718 euro; e quella di Intesa Sanpaolo, che prevede una rata di 722 euro.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il