BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Btp Italia: sicurezza e vantaggi. Rendimenti, cedole e condizioni

La sottoscrizione dura dal 19 al 23 marzo e si farà online: come funziona e cosa offre il nuovo btp Italia



Pensato per i piccoli inventori il nuovo Btp Italia è un investimento di medio termine che prevede una remunerazione sempre allineata al costo della vita e rappresenta una buona iniziativa, con cui il ministero del Tesoro da sempre gestisce il proprio debito, rivolta in particolare ai piccoli risparmiatori, ma con particolari caratteristiche.

È un nuovo strumento abbastanza conveniente, sia perché non si pagano commissioni al momento dell’acquisto, sia perché questi titoli fruttano un interesse reale e minimo garantito, fissato al momento dell’emissione. Inoltre, è prevista un’indicizzazione semestrale, quindi ogni sei mesi il rendimento si adegua al costo della vita, ma non a quello europeo, bensì a quello nazionale, che coinvolge direttamente i risparmiatori italiani.

Il nuovo Btp Italia si opera direttamente attraverso il trading online, quindi il risparmiatore dovrà necessariamente utilizzare un computer ed essere titolare di un conto corrente al quale sia legato un deposito titoli. Oppure , come per tutti gli altri titoli di Stato, si potrà anche operare nella banca dove si detiene un conto titoli.

La prima sottoscrizione è prevista dal 19 al 22 marzo e potrà essere effettuata sia in banca che online, sulla piattaforma Mot (Mercato Italiano Obbligazioni e Titoli di Stato).

Il taglio minimo di sottoscrizione è di mille euro e il titolo sarà indicizzato all'inflazione italiana, cosa certamente positiva per le famiglie e i piccoli risparmiatori abituati a fare trading online.

Questa nuova tipologia di titoli rappresenta un vantaggio per i piccoli risparmiatori che, oltre ad avere la certezza del rendimento e ad avere cedole semestrali interessanti perché sempre adeguate alle condizioni del mercato, potranno ottenere anche un premio fedeltà pari al 4 per mille lordo, nel caso in cui il titolo venga mantenuto fino alla scadenza, che ricordo avviene dopo quattro anni.

Il Tesoro infatti per invogliare i piccoli risparmiatori a sottoscrivere il titolo, ha previsto un premio di fedeltà nella misura del 4 per 1000 lordo sul valore nominale dell'investimento per tutte le persone fisiche che acquistano i Titoli di Stato al momento dell'emissione e li detengono fino alla scadenza.

Alla chiusura del collocamento sul MOT, cioè alle 17:30 del 22 marzo 2012, verrà emanato un apposito Decreto che fisserà il tasso cedolare (reale) annuo e determinerà il quantitativo in emissione sulla base degli ordini di acquisto sul MOT nei giorni dal 19 al 22 marzo 2012. La cedola si conoscerà quindi solo dopo aver prenotato l’acquisto, e non prima, come avveniva anche per gli altri Btp.

La cedola sarà semestrale, indicizzata all’indice FOI ex-tabacchi del semestre di competenza e sarà pertanto sempre in linea con l’inflazione, ciò significa che se l’inflazione sale, salirà anche la cedola, e viceversa. La cedola verrà corrisposta in via posticipata, e calcolata moltiplicando il tasso cedolare semestrale reale fisso (tasso cedolare reale annuo/2) per il capitale rivalutato.

Anche la rivalutazione del capitale sarà semestrale, indicizzato all’indice FOI ex tabacchi, applicato al valore nominale acquistato, e verrà corrisposta unitamente alla cedola.

 
Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il