BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2012: istruzioni compilazione modello. Video

Nuovo modello 730: un cartone animato spiega come compilarlo



Si avvicinano i primi appuntamenti dei contribuenti italiani con il fisco e l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibili sul proprio sito i modelli di dichiarazione dei redditi 730 e Unico 2012 relativi ai redditi 2011.

Per aiutare i contribuenti nella compilazione del modello 730 è disponibile anche su Youtube un curioso video che rappresenta una sorta di mini-guida per pagare correttamente le tasse.

Una serie di cartoni animati spiegano a puntate i vari passaggi su dichiarazione dei redditi e vari argomenti tributari.  I video sono stati creati per consentire ai lettori di restare sempre aggiornati nella maniera più semplice possibile.

Confermata anche per quest’anno la doppia scadenza per il modello 730 2012 che può essere presentato entro il 30 aprile 2012 al proprio datore di lavoro o al proprio ente pensionistico, se è stato comunicato entro il 15 gennaio di prestare assistenza fiscale per quell’anno; o entro il 31 maggio 2012 ad un Caf - dipendenti o ad un professionista, come ad esempio un commercialista o un consulente del lavoro.

Successivamente entro il 31 maggio 2012 sia il datore di lavoro che l’ente pensionistico deve dare al contribuente cui ha dato assistenza una copia della dichiarazione elaborata.

Il modello 730 2012 quest’anno prevede una serie di novità, a partire dalla nuova casella per la cedolare secca per i contribuenti che già nell'anno 2011 hanno scelto la tassa piatta per gli affitti abitativi del 21% o del 19% sulle locazioni degli immobili a uso abitativo; alla proroga degli incrementi della produttività, con l'imposta sostitutiva del 10%, nel limite di 6mila euro lordi; al contributo di solidarietà per i contribuenti con reddito complessivo superiore a 300mila euro; al differimento di 17 punti percentuali dell'acconto Irpef per il 2011, che poteva essere effettuato nella misura dell'82% in luogo del 99%; al differimento di 17 punti percentuali dell'acconto per la cedolare secca relativa al 2011, che poteva essere effettuato nella misura del 68% in luogo dell'85%; all’eliminazione dell’obbligo di presentare la comunicazione preventiva di inizio dei lavori al Centro operativo di Pescara per fruire della detrazione del 36%; alla proroga della detrazione del 55% per le spese relative agli interventi finalizzati al risparmio energetico. Novità inoltre per quanto riguarda la nuova Imu.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il