BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni 2012 ricongiunzioni tra novità regole riforma Monti e modifiche attese

Cosa cambia con la riforma Monti per la ricongiunzione delle pensioni



Non solo riforma lavoro, che il premier Monti e il ministro Fornero assicurano arriverà entro la fine del mese, ma anche questione ricongiunzione pensioni. Sono, infatti, molti i lavoratori che dalle gestioni alternative (Inpdap, fondi speciali Ferrovie, Elettrici, Fondo Volo, Telefonici, eccetera) devono passare al Fondo pensioni lavoratori dipendenti dell'Inps (Fpld). Cosa significa questo?

Significa che spesso accade che, in concomitanza con un cambiamento di lavoro, si verifichi il trasferimento della pensione presso un ente previdenziale diverso da quello in cui si è iscritti. Di conseguenza, nasce il problema che riguarda il calcolo dei contributi maturati durante gli anni di attività.

Gli enti previdenziali, infatti, non seguono le stesse regole e per questo nasce il bisogno di comprendere in che modo è possibile riunire periodi differenti di contribuzione, maturati presso Fondi diversi. La questione ruota, dunque, intorno al tema della ricongiunzione dei contribuiti, che consente di valutare l’importo della pensione in base alle regole vigenti nel Fondo in cui ci si trasferisce, come se si fosse iscritti da sempre in quello specifico ente.

Due settimane fa, un emendamento al Dl sulle semplificazioni prevedeva il ritorno alla gratuità delle ricongiunzioni, emendamento poi dichiarato inammissibile. Una buona soluzione era il sistema della totalizzazione, che permette ai lavoratori che hanno versato contributi in diverse gestioni previdenziali (almeno due) di beneficiare di un'unica pensione, sommando i diversi periodi.

Si tratta di una procedura che consente di sommare i periodi contributivi non inferiori a sei anni presso enti previdenziali differenti. In questo caso, gli anni e gli importi vanno a sommarsi, e danno vita ai requisiti minimi per ottenere la tanto sospirata pensione. La contribuzione versata per periodi inferiori a sei anni, invece, deve essere ricongiunta a titolo oneroso.

La totalizzazione è sempre gratuita, ma mentre la totalizzazione si riduce ad una determinata somma, la ricongiunzione dei contribuiti dà la possibilità di ricalcolare i propri contribuiti in base alle regole presenti nel fondo pensionistico nel quale ci si è trasferiti. Ora si attendono modifiche per sapere come verrà modificato il sistema con le novità di passaggio dal retributivo al contributivo della riforma Monti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il