BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Bot,Bei,Btp Italia,obbligazioni variabili legati ai tassi di interesse. Migliori dopo spread in calo

Lo spread cala e il mercato riprende a muoversi: le scommesse vincenti per investire



Cala lo spread: nelle prime battute della seduta odierna il differenziale di rendimento tra titoli di Stato italiani a dieci anni si tiene vicino al minimo da fine agosto toccato la scorsa settimana.

Intorno alle 9 lo spread di rendimento tra Btp e Bund a 10 anni si attesta a 289 punti base dai 290 punti base di ieri in chiusura, secondo dati Tradeweb. Venerdì lo spread era sceso fino a quota 287, minimo dal 29 agosto scorso.

Il tasso del decennale italiano si attesta al 4,866% dal 4,864% del fine seduta di ieri. In un momento come questo inserire titoli a cedola variabile nei portafogli per il risparmiatore che guarda al futuro è una vera tentazione. Secondo un’analisi di Corriereconomia, avere in portafoglio una certa quantità di titoli indicizzati non è una cattiva idea, perché i prezzi sono interessanti e il tasso variabile oggi in un mix diversificato è una sorta di polizza assicurativa.

Particolare interesse suscitano in questo momento il Cct tradizionale (legato ai Bot, non all’Euribor) con scadenza dicembre 2014, il cui flusso cedolare si mantiene elevato fino al primo giugno prossimo; Bot e Btp. Ma è bene puntare l’attenzione anche sulle emissioni della Bei.

Si tratta di titoli emessi dalla Banca Europea per gli Investimenti (in inglese EIB, European Investment Bank), un ente sovranazionale che appartiene, e quindi è per molti versi anche garantito, a tutte le nazioni appartenenti all’UE. La BEI è ritenuta estremamente affidabile sia dalle agenzie di rating che dai mercati più in generale.

Le obbligazioni BEI sono l’investimento sicuro per antonomasia e sono l’unico prestito quotato ben sopra il valore nominale. Il motivo è nella formula utilizzata per il calcolo del valore della cedola annuale, che utilizza il livello di inflazione indicato da Eurostat per l’area euro, con l’esclusione del contributo fornito dal prezzo del tabacco: il dato che se ne ricava andrà moltiplicato per 1,48. Solo qualche giorno fa ha immesso sul mercato un nuovo tipo di bond, di durata trentennale per un importo minimo di 500 milioni euro, valutato con un rating AAA.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il