BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Part-Time, Cassa Integrazione, Partite Iva, Stage gratis: cosa cambia con riforma lavoro 2012

Cosa cambia per stagisti e partite Iva con nuova Riforma Lavoro 2012



Sembra essersi concluso il confronto tra governo e parti sociali sulla nuova riforma del lavoro 2012. e mentre è scontro aperto con la Cgil che annuncia mobilitazioni, Cisl e Uil parlano di risultati positivi.

Insieme alle novità sull’art. 18, per cui il governo ha annunciato la diversificazione delle tutele sui licenziamenti con il reintegro nel posto di lavoro nel caso di licenziamenti discriminatori e il solo indennizzo (fino a 27 mensilità di retribuzione) nei licenziamenti per motivi economici (giustificato motivo oggettivo) considerati dal giudice illegittimi e dando al giudice stesso la possibilità di decidere tra il reintegro e l'indennizzo economico con il pagamento al lavoratore ingiustamente licenziato tra le 15 e le 27 mensilità, e le novità che riguardano i nuovi contratti, le proposte del governo riguardano anche il nuovo sistema di ammortizzatori sociali, che andrà a regime nel 2017, ma se il nuovo sussidio di disoccupazione (l'Aspi) entrerà in vigore da subito, l'indennità di mobilità (che vale oggi per i licenziamenti collettivi e può durare fino a 48 mesi per gli over 50 del Sud) sarà eliminata definitivamente solo nel 2017, inoltre, per il nuovo sistema sono previste risorse aggiuntive per 1,7-1,8 miliardi; cassa integrazione, partire Iva, stage e lavori part-time.

Per quanto riguarda la cassa integrazione, sarà mantenuta per la cassa ordinaria e la straordinaria con i contributi attuali, ma viene esclusa la causale di chiusura dell'attività (resta possibile solo quando é previsto il rientro in azienda).

Sulle partite Iva, la proposta del governo prevede l'introduzione del lavoro subordinato dopo 6 mesi, se la prestazione di lavoro è presso un committente. In questa ottica, i contratti di compartecipazione possono riguardare solo i familiari di primo grado.

Confermati, poi, i tempi di attuazione della riforma degli ammortizzatori. Inoltre, secondo quanto annunciato dal ministro del Lavoro Fornero, dopo la laurea o dopo un master, si entrerà in azienda non con uno stage gratuito, ma con una collaborazione, o un lavoro a tempo determinato che l'azienda dovrà obbligatoriamente retribuire.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il