BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Migliori fondi di investimento bilanciati e flessibili 2010-2012

Fondi flessibili e bilanciati: i migliori 2011-2012



Investire in fondi comuni di investimento sembra essere oggi un’ottima mossa: i fondi comuni di investimento sono strumenti finanziari che raccolgono il denaro di risparmiatori che affidano la gestione dei propri risparmi ad una società di gestione del risparmio (SGR) con personalità giuridica e capitale distinti da quelli del fondo.

I fondi comuni di investimento flessibili hanno in comune con i fondi bilanciati la composizione mista tra azioni e obbligazioni, ma al contrario di questi ultimi prevedono nel regolamento del fondo che le percentuali di investimento fissate all’acquisto della quota del fondo, che restano immutate in quello bilanciato, possono variare continuamente a seconda del momento e di come il gestore decide di investire sui mercati.

Per il resto si comportano esattamente come qualsiasi altro fondo comune di investimento misto, variando gli acquisti tra titoli diversi, sia in mercati nazionali che internazionali e sia in euro che in differenti valute. Le commissioni di gestione annue sono mediamente più elevate rispetto ad altri fondi a causa del tipo di gestione estremamente flessibile che li caratterizzano.

Un’analisi di CorrierEconomia, su fondi bilanciati e flessibili, ha selezionato i gestori con la migliore efficienza (rapporto rendimento/rischio), che abbiano raggiunto un guadagno biennale superiore a quello del Ctz (4,71%). I fondi sono stati poi divisi in due categorie: gli specialisti di stabilità, cioè quelli con una volatilità contenuta entro due volte quella del titolo biennale del Tesoro (5,94%) e quelli con il miglior rapporto rendimento/ rischio ma con una volatilità che raggiunge l'8,95% tipica del Btp decennale.

Sul podio della prima categoria troviamo Invesco global absolute return fund, con un rendimento del 18,56% e un coefficiente di efficienza di 3,079; a seguire c’è Anima prima star market neutral Europe, con una performance dell’8,91% e un’efficienza del 2,876, e, infine, Arca rendimento assoluto T3 con un più 8,74% e un rapporto rendimento/rischio del 2,372.

Tra i fondi con una volatilità più alta, ci sono Invesco balanced risk allocation (4,083 con un rendimento del 33,21%), Raiffeisen 337 strategic allocation master (4,058 e performance del 36,33%) e Julius Baer- B Mco strategy balanced (2,726 con un guadagno del 24,33%).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il