BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Articolo 18: non vale per statali e dipendenti pubblici novità riforma lavoro 2012 Monti-Fornero

Art 18, Fornero: “Le modifiche non riguarderanno gli statali”



E’ scontro sull’art 18: mentre il governo va avanti per la sua strada, la Cgil non ci sta annuncia 16 ore di sciopero. Ma cosa cambia con il nuovo articolo 18? La proposta del governo prevede il reintegro solo in caso di licenziamenti discriminatori.

Per i licenziamenti per motivi economici il reintegro sarebbe invece sostituito da un indennizzo in denaro variabile da 15 a 27 mensilità, mentre per i licenziamenti di carattere disciplinare sarebbe il giudice a decidere tra reintegro e indennizzo.  Il nuovo articolo 18, inoltre, si applicherebbe a tutti i lavoratori, compresi quelli attivi in aziende con un numero di addetti inferiore a 15.

La proposta del governo riguarda anche il lavoro femminile: saranno, infatti, vietate le dimissioni in bianco e verranno sperimentati i congedi di paternità obbligatori. La riforma dell’articolo 18 riguarderà solo i lavoratori del settore privato. P

er i dipendenti pubblici le regole non cambieranno. La conferma arriva a tarda sera dalla stessa Elsa Fornero, ministro del Welfare, che ha detto: “Le modifiche non riguarderanno gli statali”. Ma ieri, per tutto il giorno, sembrava fosse, invece, il contrario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il