BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Liberalizzazioni 2012 Monti sono leggi ufficiali. Decreto approvato. Tutte le novità

Decreto liberalizzazioni ufficiale: novità e tempi



Sarà approvato ufficialmente oggi il decreto liberalizzazioni su cui il governo Monti ha già ottenuto la fiducia. Il pacchetto contiene provvedimenti attuativi tra decreti ministeriali, regolamenti, delibere, pareri, convenzioni che dovrebbero essere attuati da settembre 2013, ma lo stesso premier Monti ha spiegato che le liberalizzazioni non potranno avere effetti immediati sulla crescita.

Tra le misure principali approvate lo stop alle tariffe minime. Il compenso è pattuito al momento dell'incarico ma non deve più essere scritto. Il tirocinio non può durare più di 18 mesi; riconosciuto un rimborso spese dopo i primi sei e nelle società di professionisti i soci di capitale dovranno essere sotto il 33 ; l'aumento di 500 unità per i notai e dal 2015 sarà comunque bandito un concorso annuale; si all'Ici sulla Chiesa sulle attività non esclusivamente commerciali. Salve, in gran parte, le scuole e gli ostelli; si anche al conto corrente gratis per i pensionati che hanno un assegno fino a 1.500 euro.

Stop inoltre all'applicazione di commissioni bancarie, fino a 100 euro, per chi fa il rifornimento di carburante con la carta o con il bancomat; e stop fino al 31 dicembre 2014 del regime di tesoreria misto introdotto per regioni, enti locali, sanità e università e secondo il quale questi settori sono tenuti a versare in tesoreria unica soltanto le entrate provenienti dal bilancio dello Stato e non anche le entrate proprie.

Per quanto riguarda la questione taxi, saranno i Comuni a fissare, se necessario, l'incremento delle licenze taxi, in base alle analisi della nascente Autorità dei trasporti, che fornirà un parere non vincolante e che se sarà disatteso potrà essere impugnato al Tar. Per quanto riguarda il capitolo farmacie, in arrivo 5 mila nuovi esercizi, i farmaci

di fascia C si potranno comprare in tutte le parafarmacie e arriveranno anche i farmaci monodose. Altra novità riguarda i mutui che diventano portabili e rinegoziabili senza alcun addebito. Per sottoscrivere un mutuo non sarà poi più necessario il conto in banca e le banche saranno obbligate a sottoporre al cliente almeno due preventivi di due gruppi assicurativi per le polizze sulla vita legate ai mutui. Il cliente può, in ogni caso, scegliere sul mercato un'alternativa più conveniente. Più facile estinguere le ipoteche a garanzia dei prestiti.

Per quanto riguarda i tempi, arriverà solo entro fine luglio l'abolizione completa delle tariffe, stessi tempi per la revisione della pianta organica dei notai in vista dei nuovi concorsi, mentre ci vorranno due mesi perché venga tipizzato lo statuto standard delle Srl semplificata per i giovani imprenditori. Per quanto riguarda le farmacie, ci vorrà un mese per la definizione da parte dei Comuni delle nuove sedi disponibili e un anno per i concorsi.

Tempi lunghi e controversi per carburanti ed energia: nel primo caso serviranno almeno nove provvedimenti o accordi tra le parti (compagnie e gestori) prima che la riforma entri in una fase operativa, l'ultimo dei quali da emanare entro la fine di settembre, mentre per la separazione di Snam da Eni, entro il 31 maggio dovrà essere emanato il decreto della presidenza del Consiglio sui criteri per l'operazione, da completare poi entro settembre 2013. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il