BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2012: tasse più alte dai Comuni. Cambiamenti chiesti al Governo

Sale sempre più l’Imu nei Comuni: cambiamenti per renderla più sostenibile



L’Imu, la nuova tassa sugli immobili che ha sostituito l’Ici su prima e seconda casa, rappresenterà una vera e propria batosta per i cittadini italiani e se prima erano solo previsioni ora,man mano che i Comuni stanno stabilendo di quanto alzare l’aliquota base in base alle proprie esigenze di bilancio, la notizia del ritorno della tassa sulla casa inizia seriamente a preoccupare, soprattutto i proprietari di seconde e terze case e i cittadini romani che, stando alle prime notizie, pagheranno il conto più salato.

Le norme introdotte dal governo Monti prevedono che sulla prima casa l’aliquota base dell’Imu sia del 4 per mille, da poter aumentare o ridurre di un 2 per mille. Sulle seconde, terze e altre case, l’aliquota fissata è invece pari al 7,6 per mille, anch’essa da poter muovere al rialzo o al ribasso di un 3 per mille.

Dalle prime rilevazioni presso le amministrazioni locali, però, nessuna manterrà l’aliquota base, anche per le prime case, ad eccezione di Milano, anzi, la maggior parte dei Comuni ha deciso di elevarle sfruttando il massimo consentito. A Roma, per esempio, le due aliquote saranno rispettivamente del 5 per mille e del 10,6 per mille, a Reggio Emilia del 5 per mille e del 9,6 per mille, a Cuneo del 4,5 per mille e dell’8,1 per mille, Ravenna del 5 per mille e del 9,6 per mille. a Salerno del 4,7 per mille e dell’8,3 per mille, a Parma del 6 per mille e del 10,6 per mille, a Forlì del 5,5 per mille e del 9,8 per mille.

Aliquota più alta anche a Bologna, dove inizialmente il sindaco aveva annunciato di mantenere l’aliquota sulla prima casa al 4 per mille. L’altra batosta arriverà poi tra un paio di anni, quando saranno rivisti i valori degli estimi catastali. Ma da parte del governo sembra esserci un’apertura su una possibile revisione dell’Imu.

A parlare di questa ipotesi è stato il sottosegretario all' Economia Vieri Ceriani, che ha spiegato: “Dobbiamo esaminare gli emendamenti presentati e vedremo come intervenire”. Attenzione puntata anche sull’Imu agricola, sull’Imu agevolata per le case affittate a canone calmierato, sull'esenzione dell’imposta per gli immobili di proprietà dei Comuni e per le case popolari.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il