BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni società o azioni: confronto scelta migliore nel 2012

Le migliori azioni e obbligazioni 2012: quali scegliere



E’ vero che il mercato è tornato a muoversi e le Borse sono tornate a segnare risultati positivi, ma è anche vero che spesso negli investimenti da fare è meglio puntare sulle obbligazioni societarie. Soprattutto di società solide.

Sono tornate a correre le aziende italiane sul mercato dei bond, tanto che sia Atlantia che Eni hanno raccolto adesioni molto superiori alle offerte, collocando in qualche caso i loro titoli a tassi inferiori rispetto ai Btp di pari durata. Per quanto riguarda i rendimenti, quelli delle obbligazioni aziendali stanno avendo la meglio sui Btp di pari durata.

Investire in corporate bond, come sottolineato da un’analisi di Corriereconomia, significa mettersi al riparo dalle turbolenze del mercato che attualmente potrebbero ancora persistere. Ma perché questo accada è bene scegliere obbligazioni sicure.

La scelta migliore del 2012 è tra obbligazioni bancarie, societarie e governative, con rischi limitati e buoni rendimenti. Sicuri i titoli emessi da aziende che appartengono ai comparti meno ciclici dell’economia, con scadenza breve o medio-breve, bene anche le emissioni del comparto delle utilities e le obbligazioni aziendali. Unicredit, Mediobanca, Intesa Sanpaolo, Telecom Italia: sono queste alcuni dei migliori corporate bond emessi nell'ultimo anno che sono arrivati ad offrire un rendimento superiore al 4%. Bene anche Luxottica.

Per chi vuole puntare sulle azioni, le migliori da scegliere in questo 2012 sono quelle di banche, settori industriali, immobili, società con bilanci solidi, specializzate nell’estrazione di materiali industriali e carbone, i settori dell’energia e dell’industria mineraria in generale, ma anche i leader del lusso e i settori difensivi come la salute, i prodotti per l’igiene domestica e i titoli delle aziende specializzate nella cura della persona. Sul podio dei titoli che vanno meglio ci sono Fondiaria-Sai, Gambetti, Terna, e Enel Green Power.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il