BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stipendi Marzo 2012 più bassi: busta paga con tasse e trattenute. Spiegazione voci

Stangata tasse per gli italiani: cala la busta paga



Le stime lo avevano annunciato ed effettivamente così sarà: le buste paga di marzo 2012 saranno decisamente più basse per i cittadini italiani, che si ritroveranno a fare i conti con lo sblocco delle addizionali regionali e comunali.

Dai conti del Caf-Cisl nazionale emerge come prima voce di pagamento che farà aumentare le tasse e diminuire la busta paga l’Irpef regionale: l'aumento del prelievo scatterà per tutti sulle addizionali regionali e sarà dello 0,33%, con un effetto che varierà dai 51 euro per un salario da 1.200 euro mese ai 137 per uno stipendio da 3.200 euro per l'Irpef regionale.

Pagheranno, invece, 73 euro i contribuenti con 1.700 euro di stipendio e 94 euro quelli che con una busta paga mensile di 2.200 euro. A seguire troviamo l’Irpef comunale, il cui aumento sarà stabilito dalle singole amministrazioni comunali. Alcuni Comuni non lo hanno ancora deliberato, altri, però, hanno già deciso di utilizzare questa leva per aumentare i propri introiti.

Non è, invece, previsto alcun prelievo sui redditi bassissimi: non dovranno alcuna addizionale i pensionati fino a 75 anni che guadagnano fino a 7.535 euro l'anno e quelli oltre 75 anni che guadagnano fino a 7.785 euro. I lavoratori, invece, saranno esenti fino a 8.030 euro.

Ma la vera stangata per i contribuenti italiani arriva con la nuova Imu, la tassa sulla casa che sostituisce l’Ici, è che rappresenterà un vero e proprio salasso, soprattutto per i proprietari di seconde e terze case. L’imi debutterà il prossimo mese di giugno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il