BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Mutui e prestiti che non si riescono a pagare:disegno legge per fallimento personale.Come funziona

Nuovo dl per fallimento individuale: cosa prevede



E’ stato approvato dal Consiglio dei ministri un nuovo disegno di legge che prevede il fallimento personale, regolando per la prima volta in Italia il caso di bancarotta individuale. Secondo gli ultimi dati,iIl 27,7% delle famiglie italiane è indebitato, un rosso che la Banca d'Italia stima in 43 mila 792 euro, di media.

Ma il debito non è sempre sinonimo di povertà: spesso, infatti, persone dai redditi medio-alti, e qualche proprietà alle spalle, accendono mutui importanti per comprare un'abitazione. In base a quanto riportato dal nuovo dl, il debitore meritevole, che abbia acceso un mutuo o un prestito in linea con il suo reddito del momento non sarà più un pignorato per la vita.

Il sottosegretario alla Giustizia, Andrea Zoppini, che ha presentato il dl ha spiegato che in questo caso di fallimento cosiddetto individuale, il giudice potrà guidare questo debitore verso una ristrutturazione ragionata della sua esposizione. “Noi non vogliamo che una persona perda per sempre il diritto al consumo solo perché si è ammalata, ha divorziato, ha perso il posto di lavoro”.

Il disegno di legge prevede un primo sistema di salvataggio per il consumatore sopraffatto dai debiti, la Composizione. In realtà, le ciambelle di salvataggio arriveranno se il debitore dimostrerà di aver contratto debiti ragionevoli rispetto al reddito del momento.

La persona in affanno ha il diritto di rivolgersi agli ‘Organismi di composizione della crisi’ che funzioneranno da consulenti gratuiti e con la loro assistenza, il debitore potrà preparare un piano di ristrutturazione del suo ammanco, dove spiegherà quanto può realisticamente rimborsare e in che modo.

Per soddisfare le richieste dei suoi creditori, il debitore potrà offrire beni di cui sia proprietario o che immagina di avere in futuro (per una liquidazione, un'eredità). Questo piano andrà poi all'esame del giudice, che dirà se sia realistico ed esente da frodi. A quel punto il giudice potrà approvare il piano e presentarlo alla platea dei creditori.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il