BusinessOnline - Il portale per i decision maker








IPad3: problemi batteria risolti. Ora tocca al 4G

Svelato il mistero della ricarica della batteria del nuovo iPad: come fare



Nonostante il boom di vendite e le recensioni positivissime da parte di esperti e di coloro che hanno provato il Nuovo iPad, il cui punto di forza rispetto alle precedenti versione risiederebbe nel nuovo Retina display, definito incredibile, e nel nuovo chip A5X, le cui prestazioni velocissime sono state giudicate davvero sensazionali, il nuovo iPad ha fatto scatenare, immancabilmente, qualche lamentela.

A far lamentare gli utenti del nuovo girellino firmato Apple sono stati il surriscaldamento del device, che avviene in maniera troppo repentina; i problemi con la connessione wi-fi; e i problemi di durata della batteria, che si presentano puntualmente con ogni prodotto Apple.

Ma questi ultimi sembrano ora esser stati risoli. Gli utenti dell’iPad di terza generazione lamentavano, infatti, la poca durata della batteria, da 42,5 W/h, e che non solo ha bisogno di più di un’ora per ricaricarsi ma non reggerebbe la potenza del nuovo dispositivo.

Il dottor Raymond Soneira, presidente della DisplayMate Technologies Corporation, ha messo a confronto il nuovo tablet con iPad 2 e iPhone 4 e ne è emerso, effettivamente, che l’iPad di terza generazione rispetto i modelli precedenti, ha seri problemi con la ricarica.

Sembrerebbe che per caricare a pieno la batteria non basta che compaia la striscia del 100%, ma è necessaria un’ora aggiuntiva per ricaricare completamente il dispositivo.

Questo particolare comportamento sarebbe da attribuire ad un algoritmo implementato da Apple in iOS su tutti i suoi device, e non solamente sul nuovo iPad. Secondo Adrian Kinglsey-Hughes di ZDNet questo comportamento si manifesta anche su gli altri dispositivi iOS, dove appare il 100% di carica nonostante quella effettiva sia al 97%, offrendo quindi un’autonomia d’uso minore di circa un’ora e venti minuti.

Per risolvere questo problema, dunque, sarà possibile caricare il nuovo iPad di notte ed ottenere così la massima durata della batteria. Ora, inoltre, toccherà risolvere anche il problema di riuscire agganciare al meglio le reti Wi-Fi e di poter sfruttare il 4G.

E il 4G sta facendo parlare proprio di sè in quste ultime ore. Il nuovo collegamento veloce basato su reti Let e di nuova generazione non funziona in Australia. E le associazioni dei consumatori sono sul piede di guera tanto che Apple ha già deciso di ritirare e rimborsare gli utenti che lo richiedano.

Stessa cosa potrebbe accadere anche in Europa e tra le prime nazioni a chiedere un analogo trattamento per i prori concittadini utenti Apple vi sono Gran Bretagna e Svezia. Apple, in merito a questi nuovi casi, non si è ancora espressa ufficialmente.

Anche perchè il prolema per il nuovo iPad 3 ( New ) a livello di reti 4G è mondiale: non funzionano in Italia, dove Lte partirà a Giugno, ma non sarà comunque compatibile tecnicamente così come in pratica in tutta Europa. Senza dimenticare l'Asia, diove il prolema è lo stesso. Il 4G dell'iPad 3 funziona, infatti, solo in Usa.

Apple rimborsando gli utenti Apple in Australia ha creato un pericoloso precedente. Staremo a vedere cosa accadrà nel restio del mondo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il