BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma lavoro 2012 si farà: appoggio Ue e italiani secondo Monti

Ue: “L’Italia deve approvare velocemente la riforma del lavoro”. Il premier Monti fiducioso



L’Italia deve approvare velocemente la riforma del lavoro: questo il monito dell’Ue al Belpaese. E mentre in patria continuano polemiche e si annunciano manifestazioni in piazza da parte dei sindacati, il premier Mario Monti spiega che si tratta di “una riforma che provoca, comprensibilmente, risentimenti e discussioni anche aspre nel Paese ora ma ho l'impressione che la maggioranza degli italiani la ritenga un passo necessario, nell'interesse dei lavoratori”, per sottolineare che il governo sente dalla sua parte la maggioranza del Paese.

Monti dal Giappone manda un messaggio preciso: “Crediamo che questa riforma è per i lavoratori, specialmente per i disoccupati e specialmente per i giovani disoccupati”.

Il premier si dice infatti consapevole del consenso che riscontra tra gli italiani, nonostante ‘comprensibili’ polemiche e si dice anche ‘fiducioso’ sulla effettiva traduzione in legge della riforma del mercato del lavoro, per la quale considera possibile il via libera finale del Parlamento secondo le previsioni, ‘entro l'estate’.

E dall’Ue ribadiscono la necessità di una rapida approvazione della riforma: “Il Parlamento italiano ha la responsabilità della rapida approvazione di una riforma efficace” del mercato del lavoro. Ha detto, infatti, la portavoce del Commissario all'Occupazione, Laszlo Andor.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il