Prezzi benzina 2012: lista distributori per regione migliori a tariffe più basse

Come risparmiare sulla benzina: la mappa delle pompe bianche



Non si arresta la corsa al rialzo dei prezzi carburanti e ieri la commissione Affari costituzionali del Senato ha dato anche il via libera al ripristino dell'automatismo per il finanziamento del fondo imprevisti per le calamità naturali, la cosiddetta tassa sulle disgrazie, dando la possibilità alle Regioni colpite di aumentare le accise sui carburanti, segno, dunque, che la situazione prezzi non migliorerà, tutt’altro.

Ogni Regione colpita da calamità naturali avrà dunque la possibilità di aumentare le accise sui carburanti, cosa che scoraggia sempre più gli italiani soprattutto dopo i nuovi rialzi degli ultimi giorni che hanno portato a nuovi record per la benzina, con punte sulla rete ordinaria in modalità servito a 1,998 nelle Marche.

Gli aumenti sono stati registrati per Eni (benzina +0,5 centesimi e diesel +0,4), Tamoil (+0,5 solo sulla benzina), TotalErg (+0,5 ancora sulla sola verde) Esso (+0,4). Ma in salita sono anche i prezzi per le no-logo che risentono dei recenti rialzi delle quotazioni internazionali.

Per risparmiare sulle spese carburanti è sempre meglio comunque rivolgersi alle cosiddette pompe bianche, che non esibiscono il marchio di alcuno dei grandi gruppi petroliferi e che sono sparse su tutto il territorio italiano. Per trovarle, sul web sono presenti numerosi siti Internet di segnalazione degli impianti meno dispendiosi e non mancano, inoltre, le applicazioni per cellulari per effettuare ricerche per posizione geografica o per prezzo a litro.

Per visualizzare l'elenco di pompe bianche cliccare sul seguente link:


http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-03-28/ecco-elenco-pompe-bianche-162117.shtml

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il