BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pagare multe Fisco-Equitalia: novità 2012. Rate e regole aggiornate

Pagamenti multe Equitalia a rate: come fare



Si alla rateizzazione dei pagamenti Equitalia per pagare a rate le cartelle esattoriali: d’ora in poi i contribuenti che sono in debito con le amministrazioni pubbliche hanno tempo sino a sei anni per pagare il dovuto. Inoltre, anche chi ha già pagato può chiedere di pagare con rate sino a settantadue mesi, per l’appunto sei anni, la parte rimanente del debito.

Questo sistema però varrà solo se la cifra non supera i 20 mila euro. Con i vincoli precedenti, invece, la soglia limite per i pagamenti semplificati era di 5 mila euro. Prima, dunque, di passare a sanzioni e pignoramenti, la cifra dovrà diventare davvero significativa, anche come cumulo di debiti vari, come multe per la circolazione stradale, mancati pagamenti delle tasse ma anche transazioni tra private andate a male e finite a colpi di carte bollate.

Novità in vista anche per quanto riguarda le modalità di pagamento: il debitore, infatti, sin dai primi pagamenti potrà chiedere una rateizzazione variabile e, per esempio, contando su incassi dilazionati nel futuro ma certi, può chiedere le prime rate più basse e quelle successive più alte.

Altra novità è la sterilizzazione dell’ipoteca: significa che appena scatta l’accettazione del pagamento a rate, Equitalia rinuncia a porre l’ipoteca e questo rappresenta un grande vantaggio nei confronti di chi può offrire alla banca come unica garanzia la casa di abitazione.

I pagamenti a rate non saranno, però, più concessi se non vengono pagate due rate consecutive. Prima era prevista la decadenza con il mancato pagamento della prima rata o successivamente, di due rate, anche non consecutive.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il