BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):



Quinto Conto Energia: novità in dimezzamento incentivi Governo minacciano Pmi e intero settore

Quinto conto energia potrebbe mettere in ginocchio tutto il settore: i timori


Le bozze sul quinto conto energia hanno creato non pochi problemi nel settore delle rinnovabili. Massimo Sapienza, giovane imprenditore nel campo delle energie rinnovabili e fondatore di Sosrinnovabili, l’associazione che da un paio di anni si batte perché il governo investa nel settore, ha spiegato “La lobby industriale da qualche mese sta lavorando contro il settore, e i ministeri stanno decidendo senza chiamare al tavolo le associazioni.

A settembre doveva uscire il decreto per biomasse ed eolico e siamo a marzo, e nulla se ne sa”. Sul quinto conto energia, Sapienza dice: “Per il ministro dell’ambiente Clini le rinnovabili sono troppo costose e vanno cambiate”. Intanto, il ministero dello Sviluppo Economico ha smentito il coinvolgimento di Enel nella stesura del Quinto Conto Energia ma questo non basta a placare le polemiche, anche perché il vero problema è il taglio drastico agli incentivi al quale il fotovoltaico si sta già preparando.

Tagli che, secondo le stime delle aziende, metteranno in ginocchio l’intero settore. Il pericolo che i prossimi incentivi a rinnovabili elettriche, termiche e all'efficienza energetica siano fortemente ridimensionati è tanto forte da mettere in ginocchio l'intero comparto e per questo Kyoto Club chiede al governo un confronto con le associazioni.

L’associazione ambientalista esprime il timore che per le fonti rinnovabili in Italia arriveranno tempi durissimi, visto che si sta decidendo di mettere pesantemente mano agli incentivi e ostacolare la modalità di accesso ad essi.




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il 29/03/2012 alle ore 07:05