BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni 2012 a tasso fisso: migliori consigliate tra aziendali e Btp

Le migliori obbligazioni a tasso fisso: su cosa investire



Quando torna la fiducia sui mercati che però restano sempre altalenanti il dubbio su cosa scegliere per investire e ottenere rendimenti è sempre quello che fa aggrovigliare i pensieri. Secondo Antonio Mauceri, amministratore delegato di Augustum Opus Sim, “Oggi chi vuole ottenere un rendimento superiore all’inflazione, che a febbraio è stata in Italia del 3,4% deve accettare qualche rischio di duration (allungamento della scadenza dei titoli sottoscritti).

Ma assumere questi rischi, come dimostra l’elevata volatilità delle quotazioni dei bond della settimana scorsa, può esporre a perdite in conto capitale se il titolo viene rivenduto prima della scadenza naturale”.

Per ottenere dai Btp un rendimento superiore al tasso di inflazione, bisogna investire su scadenze dai cinque anni in su, per esempio, l’emissione rimborsabile nel settembre 2016, offriva venerdì scorso un rendimento lordo del 3,88%, pari a un netto del 3,40%, mentre il Btp di durata triennale raggiunge oggi un rendimento appena superiore al 3% e quindi non è in grado di proteggere integralmente il valore reale del capitale sottoscritto.

Secondo CorriereEconomia per investire e guadagnare sarebbe bene puntare su obbligazioni a tasso fisso, cioè non legate ad inflazione come per esempio il btp Italia, pensato per i piccoli risparmiatori che ha chiuso la sua Asta qualche giorno fa.

Le obbligazioni a tasso fisso sono obbligazioni in cui si ha la remunerazione del capitale investito ad un tasso di interesse fisso stabilito prima dell’emissione, per cui la cedola in questo caso non subisce variazioni per tutta la durata del titolo.

C’è poi l’alternativa delle emissioni societarie, che talvolta, come nel caso delle obbligazioni Fiat Finance e Fiat Industrial, una scadenza di tre e di quattro anni rispettivamente, riescono a offrire una cedola netta superiore al tasso di inflazione, 4,47% nel primo e 3,89% nel secondo caso.

Bene anche, fra le obbligazioni, Lottomatica, Telecom Italia, Enel, Finmeccanica. In generale, comunque, per ottenere buoni rendimenti senza correre troppi rischi, sarebbe consigliabile orientarsi su un paniere composto per almeno la metà di titoli di Stato italiani con durata compresa fra i 3 e i cinque anni, per il 10% di Btp a dieci anni, che offrono oggi una cedola superiore al 5% lordo e per il restante 30-40 per cento di obbligazioni societarie a breve termine, ad esempio emissioni come Fiat, Telecom e Lottomatica, in grado di offrire ai tassi attuali un rendimento medio decisamente buono.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il